Ufficiale, Gavio acquisisce Baglietto

Ieri, con il deposito di 18,5 milioni di euro, il gruppo Gavio ha preso possesso del cantiere Baglietto della Spezia

14 febbraio 2012 | di Redazione Liguria Nautica

Beniamino Gavio prende ufficialmente possesso dello stabilimento Baglietto della Spezia. Ieri l’imprenditore alessandrino e il liquidatore della società, Federico Galantini, hanno sottoscritto alla presenza del notaio Fiammetta Chiarandini il rogito che ha sancito i passaggio del cantiere spezzino e dello storico marchio del gabbiano alla Baglietto Spa, acquisita dal gruppo Gavio.

 

Contestualmente, sono stti depositati 18 milioni e mezzo di euro: ultimo passo sarà la firma delle concessioni demaniali in Autorità portuale.

Potrebbe interessarti anche

Mercato nautica

Speciale Monaco Yacht Show: megayacht in mostra nel Principato. FOTO

  • 26 settembre 2014

Tra le barche a motore spazio al lusso sfrenato, la più grande è il 91,50 mt Equanimity di Oceanco, appena più lungo degli 85,60 mt di Carewalk, cantiere Derektor. Trai big fa bella mostra di se anche l'italiana Chopi-Chopi del cantiere CRN

Mercato nautica

Baglietto-Azimut: c'è la trattativa per fare una nuova UCINA?

  • 18 settembre 2014

Sarebbe in corso una trattativa tra Beniamino Gavio, Baglietto, e Paolo Vitelli, gruppo Azimut/Benetti, per la formazione di un nuovo organismo di categoria che guardi anche a importanti partner europei. Un accordo che rischia di collocare Genova in un ruolo definitivamente subalterno nel panorama della grande nautica

Eventi e fiere

Baglietto riparte dal 44 metri Monokini

  • 27 giugno 2013

Lo storico cantiere di megayacht di La Spezia presenta il suo “nuovo nato” dopo l’acquisizione della società da parte del Gruppo Gavio

Mercato nautica

Acquisizione Baglietto, non si trova l’accordo. Operai in subbuglio

  • 17 gennaio 2013

Dopo 13 mesi di fumate grigie, si è interrotta la trattativa, tra il gruppo Vitelli e il liquidatore degli ex cantieri Baglietto di Varazze Galantini, sul prezzo di acquisizione dello stabilimento. Azimut ha presentato un piano industriale, e c’è persino una commessa già pronta. Gli operai, da 3 anni in cassa integrazione, sono sempre più preoccupati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 commenti

  1. giulio calza ha detto:

    Tutte le grandi aziende del secolo scorso si sono formate ed imposte per la capacità del singolo,fondatore o ideatore che fosse che, partendo dal basso , come per costruire una casa, mattone su mattone, ha realizzato l’azienda. Oggi si assiste continuamente a queste acquisizioni
    di finanzieri che tentano o realizzano scalate e, non importa di cosa ma, è importante acquisire.
    Probabilmente se il denaro che impiegano l’avessero “sudato”, valuterebbero bene ed a lungo
    come impiegarlo ed oltretutto in un settore del tutto estraneo alla loro principale e storica attività.
    Mi risulta che il fondatore del gruppo Gavio fosse un estrattore di sabbia dal letto dei fiumi!

  2. gaetano ha detto:

    Ho sempre avuto dubbi su questi imprenditori che acquisiscono cantieri ed imprese in crisi.Bisognerebbe seguire il dopo acquisizione .Vedi Di Risio con Fiat etc.

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione