Vendee Globe: la flotta nella tempesta. VIDEO on board

Condizioni muscolari per alcuni concorrenti del Vendée Globe: Javier Sanso ha passato 24h difficili con vento oltre i 50 nodi

16 Dicembre 2012 | di Redazione Liguria Nautica

La flotta del Vendée Globe, partita 35 giorni fa da Les Sables d’Olonne, sta vivendo in queste ore la prima situazione d’allerta di quest’edizione. Due depressioni, in particolare una, sembrano preoccupare molto i concorrenti rimasti in gara che stanno soffrendo delle condizioni molto severe nell’Oceano Indiano, 40 Ruggenti. In testa alla regata resta il golden boy François Gabart che sta per entrare nel Pacifico. Tutto bene per Alessandro Di Benedetto, in ultima posizione ma con la barca in sicurezza.

 

Alex Thomson e Bernard Stamm sono in fuga dal ciclone Claudia, che scendendo verso sud, sudovest di Cape Leeuwin in questo momento, si è per fortuna trasformato in una depressione polare e ha perso intensità ma mantiene venti intorno ai 40 nodi.

 

La situazione più preoccupante è però un’altra: una profonda depressione che si è formata vicino alle Kerguelen e rotola verso est come una palla da buling con venti superiori ai 50 nodi. I primi a sentirne l’effetto sono stati Arnaud Boissiéres su Akena Verandas e il maiorchino Javier Sanso su Acciona. Lo spagnolo ha sofferto molto:”le ultime 24 ore sono state sfiancanti, molti cambi di vele e 5 strambate con 50 nodi di vento. Sono molto stanco e ho bisogno di dormire e mangiare”.

 

Per capire la situazione in corso basta vedere il video inviato da Arnaud Boissiéres: Akena Verandas è in una zona più calma rispetto a quella dello spagnolo ma le immagini sono comunque impressionanti. Da notare come nei primi 10 secondi del video la barca parte violentemente all’orza fuori controllo per fermare poi la sua corsa contro un frangente:


par VendeeGlobeTV

Mauro Giuffrè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

Vela

Vendée Globe: rush finale verso Les Sables

  • 17 Gennaio 2017

Ancora una volta abbiamo la conferma che le storie della vela oceanica appassionano il pubblico, basta guardare l'eco delle notizie, sui social e sui vari media internazionali, di che proporzione sia. L'augurio è che anche qualche per la prossima edizione abbia la possibilità di armare un'IMOCA 60 competitivo

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione