Venezia, marea bassissima: barche incagliate e un tentativo di furto andato a bagno

"El canal, el canal" questa volta si è asciugato veramente, la storica pubblicità ha preso vita nella città lagunare

8 gennaio 2015 | di Redazione Liguria Nautica

venezia, bassa mareaSolitamente la si può vedere sotto l’acqua, ma questa volta, Venezia, è rimasta a secco. Letteralmente. Una bassa marea come quella del 4 gennaio scorso è cosa rara da ammirare. Nessun rio è stato risparmiato, canal Grande compreso.

 

L’acqua ha toccato una punta di -98 lasciando gondole e barche “impiccate” agli ormeggi.  Questo fenomeno si è verificato velocemente impedendo ai proprietari delle imbarcazioni di intervenire per la messa in sicurezza dei propri mezzi. Diretta conseguenza è stato un trafficatissimo via vai dei vigili del fuoco per aiutare i natanti andati a fondo.

 

Ma la bassa marea è stata anche di aiuto per sventare un furto. Un ladro di origini magrebine, sull’isola di Burano, ha rubato (o meglio tentato di rubare) una piccola barca ma, ignaro della scarsezza d’acqua a cui andava incontro, è rimasto incagliato. Le autorità sono così riusciti a fermarlo e ammanettarlo.

 

Ad oggi la situazione è tornata alla normalità, sui valori -45 -50, come comunicato dal centro previsioni maree del Comune.

 

Manuela Facino

Fotografia: nuovavenezia.it

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione