Volvo Ocean Race, disalbera anche Puma

Dopo Abu Dhabi, è toccato a Puma disalberare. Forse è il caso di ripensare al sistema Volvo: ben venga la spettacolarità, se però è accompagnata dalla sicurezza

22 Novembre 2011 | di Redazione Liguria Nautica

Forse sarebbe veramente il caso di fermarsi a riflettere. Non è possibile che sulle sei imbarcazioni ultratecnologiche partecipanti alla Volvo Ocean Race 2011-12, tre abbiano già abbandonato la prima tappa. Dopo “Sanya”, la barca cinese, ritiratasi nei primi giorni di gara per un grave danno strutturale allo scafo, è toccato ad “Abu Dhabi” l’11 novembre scorso per la rottura dell’albero. Stessa sorte è toccata a “Mar Mostro”, il bolide del Puma Sailing Team che ieri alle 15, a circa 2000 miglia da Città del Capo (la prima tappa era partita da Alicante), mentre navigava in seconda posizione, ha visto il suo albero spaccarsi di netto in tre parti. Le condizioni non erano estreme (circa 25 nodi d’aria), quindi potrebbe essere stata un’onda a causare il disastro. «Sono rimasti in piedi circa 15 piedi (5 metri) di albero», ha commentato lo skipper Ken Read, che se prima ha tentato di approntare una vela di fortuna sul “moncherino”, poi ha optato per dirigersi verso terra utilizzando il motore.

 

Per fortuna non si è fatto male nessuno, e molto probabilmente il VOR 70 “Mar Mostro” riuscirà a rimettersi in sesto per la seconda tappa, da Città del Capo a Abu Dhabi. Ha rischiato grosso invece Mike Pammenter, il prodiere di “Camper”, che ieri durante una manovra di cambio vele è andato a sbattere contro l’alberatura procurandosi la rottura di un dente e un taglio in faccia.

 

Prima considerazione. Ben venga la tecnologia, ben vengano questi scafi che assomigliano più a delle astronavi che a delle imbarcazioni, ma forse, a partire dalla prossima edizione, bisognerà porre dei tasselli di regolamento che impediscano la ricerca maniacale e spasmodica della prestazione privilegiando un po’ di più la sicurezza.

 

Seconda considerazione. Potrebbe anche essere che il sottoscritto porti sfiga. Delle sei barche che hanno preso parte alla VOR 2011-2012, ho avuto il piacere di visitarne e testarne due: indovinate quali. Sono salito su “Abu Dhabi” durante la presentazione della barca a Portofino (qui trovate il resoconto) e sono andato a Puertocalero, a Lanzarote, per seguire da vicino gli allenamenti di “Mar Mostro” (a questo link il mio racconto e la gallery).

 

Speriamo che il comitato organizzatore della Volvo Ocean Race propenda per la prima ipotesi, non vorrei mai essere bandito dai campi di regata oceanici in quanto iettatore…

 

Eugenio Ruocco

 

Ecco l’umore a bordo di “Mar Mostro” negli scatti del media crew member Amory Ross

[nggallery id=54]

 

Qui di seguito, invece, potete dare un occhiata al video del disalberamento. Buona (catastrofica) visione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione