Wally entra in Ferretti Group: nasce il 48 Wallytender

L'imbarcazione mantiene tutti i tratti distintivi che hanno reso Wally un punto di riferimento nella nautica internazionale

21 gennaio 2019 | di Manuela Sciandra
Wally Ferretti Group 48 Wallytender1
48 Wallytender

Si chiama “48 Wallytender” ed è il primo progetto originale creato dalla collaborazione tra il rinomato brand Wally e Ferretti Group, leader mondiale nella progettazione, costruzione e commercializzazione di motor yacht e navi da diporto. Durante l’apertura del Boot di Düsseldorf, il Gruppo Ferretti ha presentato ufficialmente l’imbarcazione e annunciato l’ingresso dell’iconico brand della nautica di lusso nel suo ampio e prestigioso portafoglio di marchi, che comprende Ferretti Yachts, Riva, Pershing, Itama, Mochi Craft, CRN e Custom Line.

Veloce, elegante, spazioso e sicuro, il 48 Wallytender conserva quei tratti distintivi che hanno reso Wally un vero e proprio punto di riferimento nella nautica internazionale, come dichiarato anche dal fondatore dell’azienda, Luca Bassani.

“Il nuovo 48 Wallytender -ha spiegato Bassani- è la prova che il DNA Wally, con il design immediatamente riconoscibile, le prestazioni di alto livello e la flessibilità di utilizzo, continua con la partnership con Ferretti Group. Sin dal nostro ingresso nel 2001 nel mercato dello yachting a motore, il Wallytender ha rappresentato la volontà di vivere il mare all’aria aperta e il piacere della navigazione day-boating. Oggi -ha sottolineato- siamo orgogliosi di introdurre sul mercato la rinnovata versione dell’originale Wallytender, dove questi concetti sono ulteriormente sviluppati”.

Concepito come un runabout, il Wallytender rappresentava la soluzione ideale sia per navigazioni giornaliere sia come barca di servizio per maxi yacht e ville private, creando quel mercato dei grandi tender che prima non esisteva. Il nuovo 48 Wallytender porta le caratteristiche del suo predecessore ad un livello ancora superiore, grazie anche a nuove dotazioni. Rimane invece immutata la volontà di Wally di unire design e funzionalità: un approccio che risulta evidente in ogni dettaglio della leggera costruzione in composito.

Il cambiamento più significativo riguarda, però, l’aumento dei volumi interni che garantisce più comfort e maggiori possibilità di utilizzo. La vera sfida era aumentare il bordo libero senza perdere quell’essenzialità delle linee tipica dei Wally, così da ottenere una vera cabina e un bagno con un vano doccia in cui rinfrescarsi comodamente. Il layout degli interni è stato ideato in modo tale da assicurare il relax degli ospiti a bordo, che possono accomodarsi nelle generose sedute e sui prendisole, godendo appieno dell’area pranzo grazie al mobile cucina equipaggiato con due piastre di cottura, un lavandino e due frigoriferi (uno all’interno, l’altro all’esterno).

In navigazione è possibile posizionare le sedute in pozzetto fronte marcia, mentre all’ancora servono il tavolo da pranzo. Il prendisole di poppa può essere sollevato completamente per accedere al vano motori oppure basta aprirne solo la sezione superiore per trovarvi uno spazio di stivaggio. Ulteriori gavoni si trovano sotto il prendisole di prua e in un mobile posizionato dietro le sedute della timoneria, ideale per stivare water toys come un SUP gonfiabile o l’equipaggiamento da sub.

In aggiunta all’hardtop, il ponte di prua e il pozzetto possono essere riparati dal sole con i bimini sorretti da montanti in fibra di carbonio, anch’essi stivabili nel gavone dietro le sedute (una soluzione che Wally ha introdotto nel 2003 con il 118 Wallypower). Altra pratica soluzione introdotta dal 118 Wallypower sono le sezioni abbattibili delle murate, che aumentano le dimensioni della piattaforma di poppa all’ormeggio, servita da una passerella retraibile che può trasformarsi in una scaletta bagno con cinque gradini.

Uno speciale sistema Besenzoni, dotato di braccio estensibile per semplificare le operazioni di ancoraggio, è nascosto dietro un boccaporto flush-deck a prua e si attiva dalla consolle di guida con un semplice tasto. Il parabordo a tutto scafo, elemento distintivo di Wally, assicura una pratica soluzione all’ormeggio, in alternativa agli ingombranti parabordi. La propulsione standard prevede che i nuovi motori Volvo IPS 650 impiegati (accoppiati per una potenza massima di 1020hp) possano essere comandati tramite un joystick user-friendly e siano in grado di raggiungere una velocità massima di 38 nodi.

Uno stabilizzatore giroscopico opzionale può essere posizionato in un compartimento tecnico separato che accoglie anche i quadri elettrici, collocati lì per evitarne il surriscaldamento nel vano motore. Infine, grazie al suo ponte sviluppato su un unico livello, alla coperta in teak e alle profonde murate, il 48 Wallytender è una barca ideale per le famiglie e sicura per i bambini, capace di far sentire i propri ospiti sempre “nella” barca piuttosto che “sopra” di essa.

Grazie alla partnership stipulata con Ferretti Group, Wally è ritornato al Boot di Düsseldorf (dove mancava come espositore dal 2004) con un proprio stand (Hall 6, n. 6E59). Per poter invece ammirare il 48 Wallytender bisognerà aspettare il prossimo Cannes Yachting Festival (dal 10 al 15 settembre), dove sarà tra le première più attese.

SPECIFICHE

Lunghezza f.t.     14.50 m

Baglio max     4.39 m

Pescaggio – scafo (a vuoto/pieno carico)     0.65 m/0.74 m

Pescaggio – eliche (a vuoto/pieno carico)     1.00 m/1.09 m

Dislocamento (a vuoto)     11,250 kg

Serbatoio carburante     1.200 litri

Serbatoio acqua     240 litri

Motori     2 x VOLVO PENTA IPS 650 (totale 1020hp)

Velocità max     38 nodi (barca standard, a vuoto, mare calmo, 5 nodi vento di prua) *dati preliminari

Autonomia     300 nm @ 30 nodi * dati preliminari

Costruzione     Sofisticati materiali in composito – rivestimento gelcoat bianco

Classificazione     CE Categoria B

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 commento

  1. Donatella Zucca ha detto:

    un perfetto mix che concentra le peculiarità di Wally e dell’engineering Ferretti mantenendo una sua forte personalità

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione