“Nuovo Waterfront per La Spezia”, la nostra INTERVISTA ESCLUSIVA al neo sindaco Peracchini

Il primo cittadino racconta a Liguria Nautica i progetti per il porto

7 Agosto 2017 | di Chiara Biffoni
Peracchini e il Waterfront di La Spezia
Peracchini: le novità sul Waterfront e il PRP di La Spezia

Dopo anni di stallo nella pianificazione del nuovo Waterfront di La Spezia, il neosindaco del capoluogo, Pierluigi Peracchini, ha sottolineato, in un’intervista esclusiva a Liguria Nautica, la centralità del tema per il futuro della città: “La riprogettazione del Waterfront -ha dichiarato- è di certo una sfida epocale. Come sostenuto in campagna elettorale, ribadiamo il nostro impegno e le nostre risorse per il completamento, secondo le rispettive competenze, delle opere previste nel Piano Regolatore Portuale. Siamo in fase di studio dell’eredità lasciata dalla precedente amministrazione e vogliamo dare i primi segnali di cambiamento di rotta, come chiesto dai cittadini”.

Il ruolo del porto spezzino e dell’industria “sono in primo piano -ha aggiunto Peracchini- nell’economia dell’intera provincia. Molte opportunità sono racchiuse nell’attuazione del Piano Regolatore Portuale (PRP) e nel confronto con l’Autorità Portuale. Il PRP della Spezia, approvato nel 2006, prevede 140 mila metri quadrati di nuovi riempimenti destinati ad incrementare l’attività portuale e definisce il perimetro dell’area che verrà restituita alla città per il nuovo Waterfront nell’area di Calata Paita. Gli ampliamenti -ha sottolineato il neo sindaco- saranno mitigati dalla creazione di una fascia di rispetto che si estenderà, senza soluzione di continuità, da via San Cipriano a Fossamastra. Per tutti questi progetti -ha spiegato- stiamo sollecitando l’Autorità Portuale sin dal primo giorno di insediamento».

Peracchini, eletto al ballottaggio con poco meno del 60% delle preferenze, ha presentato anche una novità che riguarderà il Palio del Golfo (in programma la prima domenica d’agosto): “Per la prima volta -ha annunciato- saranno presenti due droni e trasmetteranno la sfida remiera tra 13 imbarcazioni su maxi schermi posizionati in Passeggiata Morin”. Il primo cittadino, funzionario Inal ed ex segretario generale Cisl, ha poi assicurato di voler sviluppare il potenziale turistico spezzino: “Abbiamo già incontrato associazioni di settore e operatori turistici -ha ricordato- per coinvolgerli sempre più nello sviluppo di politiche a livello provinciale e riunire tutti i Comuni del golfo in un unico brand”.

In campagna elettorale, il neosindaco aveva espresso inoltre l’intenzione di voler rendere La Spezia capitale degli yacht: “Vorremmo portarla ad essere  punto di riferimento del settore -ha affermato ai microfoni di Liguria Nautica- incrementando e mantenendo le eccellenze, attirando marchi importanti del comparto e puntando su persone competenti”.

Per quanto riguarda la riqualificazione dei locali Mariperman, ex centro di ricerca della Marina, il primo cittadino ha dichiarato che al momento non ci sono progetti in atto: “Siamo disponibili -ha detto- ad ascoltare e studiare quanti hanno un piano sul tavolo. Per la nostra amministrazione, l’ideale sarebbe ricollocare Mariperman in Arsenale liberando così aree pregiate che potrebbero essere riutilizzate, ovviamente previa verifica economica e amministrativa”.

Peracchini ha infine esposto gli altri principali temi della sua agenda: “Una delle questioni centrali -ha spiegato- è la gestione dei rifiuti e stiamo eseguendo interventi di igiene urbana straordinaria, riorganizzazione complessiva della raccolta e azioni mirate nelle aree critiche con l’ausilio di mezzi lavastrade e squadre di terra di supporto. Per quanto riguarda la sicurezza, coordinati con la Questura ed il Corpo di polizia municipale, abbiamo intrapreso azioni contro i parcheggiatori abusivi ed il commercio abusivo Abbiamo anche avviato un percorso partecipativo per modificare  e integrare il Piano Urbanistico Comunale (PUC). Gli obiettivi -ha concluso il sindaco- sono riqualificare e riutilizzare l’esistente, inserire nel PUC il Piano Casa e ristrutturare il tessuto urbano in funzione delle esigenze dei cittadini”.

Elisa Teja

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione