Iva con aliquota al 10% per le prestazioni ai diportisti nei Marina Resort

I Marina Resort rientrano nel novero delle "strutture ricettive all’aria aperta", una qualificazione che consente di applicare un’aliquota Iva al 10% per tutte le prestazioni rese ai diportisti alloggiati presso di essi

9 Giugno 2021 | di Stefano Comisi
NSS Group - Marina Cala dei Sardi
Marina Cala dei Sardi

Con la risposta alla istanza di interpello n. 360 del 2021, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’applicazione del regime agevolativo Iva relativamente alle prestazioni fornite dai Marina Resort ai propri clienti. Si tratta di strutture attrezzate e organizzate per la sosta e il pernottamento di diportisti che, a partire dal 1° gennaio 2016, rientrano nel novero delle c.d. “strutture ricettive all’aria aperta“.

Tale qualificazione consente ai Marina Resort di applicare un’aliquota Iva al 10% per tutte le prestazioni rese ai diportisti alloggiati presso la struttura. Quest’ultima, tuttavia, per poter godere della normativa di favore, deve essere dotata degli impianti e dei servizi elencati dal d. m. 6 luglio 2016 (impianti elettrici con colonnine, impianti di illuminazione, impianti idrici, servizi di vigilanza, ecc.) e deve, inoltre, rispettare le disposizioni regionali di settore.

L’agevolazione si applica non solo alle prestazioni concernenti l’alloggio, bensì a tutte le prestazioni accessorie di cui necessitano i diportisti. Sconteranno un’aliquota al 10%, pertanto, anche i servizi di vigilanza, sicurezza, prenotazione, pulizia e assistenza all’ormeggio. E anche i consumi dei clienti sono soggetti alla relativa disciplina.

Nel caso analizzato dall’Agenzia delle Entrate, erano stati richiesti chiarimenti riguardo il tipo di contratto e la tipologia di imbarcazioni da considerarsi utili ai fini dell’applicazione del regime agevolativo. L’Agenzia ha precisato che l’applicazione dell’aliquota Iva al 10% non dipende dalla natura dell’imbarcazione né dal contratto stipulato tra diportisti e struttura, specificando, tuttavia, che resta sottoposta all’aliquota Iva ordinaria la sola locazione di spazi di ormeggio.

Con riferimento alla possibilità di far rientrare le prestazioni di messa in acqua o di messa a terra del mezzo nautico, l’Agenzia delle Entrate ha escluso la possibilità di considerare tali prestazioni come accessorie alle attività ricettive, pertanto, anche in tali casi, si dovrà applicare l’aliquota ordinaria.

 

Stefano Comisi

Studio Armella & Associati

Argomenti: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione