Da Genova a Gibilterra e ritorno in gommone: ecco perché

Zar Formenti e Suzuki vanno da Genova a Gibilterra e ritorno perché la nautica deve avvicinarsi ai giovani e coinvolgerli

24 aprile 2018 | di Gregorio Ferrari
Italo, alla partenza del raid Genova Gibilterra
Italo, alla partenza del raid Genova Gibilterra

Sabato scorso dalle banchine di fronte alla Fiera di Genova ha preso il mare Italo, gommone protagonista del raid dal capoluogo ligure a Gibilterra, organizzato dal Club del Gommone, in collaborazione con i colossi della nautica Suzuki e Zar Formenti. Presente alla cerimonia di partenza anche Ucina Confindustria Nautica.

Da Genova a Gibilterra e ritorno in gommone: ma perché? Per i giovani!

Un’impresa da 2280 miglia che coinvolgerà 11 equipaggi, che si daranno il cambio ogni 200 miglia circa. Ma perché? La risposta arriva direttamente dallo staff di Zar Formenti . “Lo facciamo per i giovani”, ci hanno raccontato, “perché l’età media di chi va per mare sta crescendo sempre di più. Vent’anni fa era di trentenni, dieci anni fa di quarantenni e adesso di cinquantenni. E’ un trend che bisogna assolutamente invertire e per farlo bisogna avvicinare i giovani al mondo della nautica. Un’iniziativa come questa, che unisce l’avventura e l’esperienza, è il nostro modo di convincere i ragazzi e le ragazze ad andare per mare e a viverlo”.

Il raid godrà di una notevole copertura mediatica e sarà possibile seguirlo sui canali social, dove verranno postati video e foto, in modo tale da mantenere sempre un contatto con i marinai in mare e rendere tutti partecipi dell’impresa.

La missione di Suzuki e Zar Formenti insieme al Club del gommone

La “missione” di Suzuki e Zar Formenti ha assunto anche un carattere internazionale con l’ingresso negli equipaggi di un marinaio francese e di uno inglese. Tra gli appassionati di gommoni l’idea è stata molto gradita, soprattutto tra i membri del Club del Gommone che hanno aderito in gran numero, come dimostrano gli undici equipaggi creati. Il tempo stimato per percorrere gli oltre 4000 chilometri è di circa un mese e mezzo, considerando anche eventuali periodi di stop per condizioni meteo avverse.

 Le immagini sono di proprietà di Liguria Nautica, utilizzabili previa citazione con link attivo

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione