I Portolani del Mediterraneo di Imray si aggiornano. Seconda edizione per il volume dedicato a Sicilia e Malta

I Portolani del Mediterraneo Imray delle Edizioni Il Frangente tornano in libreria con la seconda edizione, con informazioni ancora più dettagliate e aggiornate

27 Luglio 2020 | di Giuseppe Orrù
L'interno del portolano

Quello che si chiede a un qualsiasi portolano sono precisione, chiarezza, facilità di consultazione e informazioni aggiornate quanto più possibile.

“I Portolani del Mediterraneo Imray”, pubblicati dalle Edizioni Il Frangente, riescono a racchiudere, in una veste grafica accattivante e in un formato di dimensioni ampie ma non ingombranti, tutte queste caratteristiche. Soprattutto nella “Seconda Edizione 2020”, che sta arrivando nelle librerie e negli ship chandler in queste settimane, aggiornando i volumi legati alla navigazione in Italia e non solo.

Il primo volume disponibile nell’edizione aggiornata a quest’anno, anzi a questo mese, è il portolano ImraySicilia e Malta” (164 pagine, 46 euro) di Rod e Lucinda Heikell, che comprende anche le Isole Eolie, Egadi e Pelagie. L’introduzione illustra l’area generale di navigazione, che comprende le strutture e i servizi dedicati alla nautica da diporto, le normative vigenti a livello europeo, la fauna marina, la sicurezza in mare ed un’esaustiva sezione dedicata alla meteorologia ed ai cambiamenti climatici in corso.

I testi forniscono dettagliate informazioni di pilotaggio, indispensabili per una navigazione sicura, corredati da un ricco apparato di piani generali e di dettaglio di porti e baie, ognuno con i relativi waypoint di riferimento per l’atterraggio. A completare il tutto, numerose foto delle principali località e porti. Questa seconda edizione, in cui troviamo complessivamente 216 porti e ancoraggi, 110 piani e 78 foto, si distingue per l’inserimento di nuovi marina, moderni e ben attrezzati, che possono fungere anche come base sicura per il ricovero invernale. Altri ancora sono in via di realizzazione o in progetto.

In Sicilia, come su tutto il territorio nazionale, stanno assumendo sempre più rilevanza le aree marine protette e i parchi nazionali, che custodiscono un prezioso patrimonio di biodiversità da tutelare, siti di grande bellezza di cui possiamo godere se siamo in grado di preservarne l’unicità. La ricchezza culturale, storica e artistica di questa terra è un valore aggiunto che renderà unica la navigazione in questo angolo di Mediterraneo, crocevia di popoli sin dall’antichità.

Il diportista, con l’edizione aggiornata del Portolano Imray, ha a disposizione uno strumento smart, anche se consultabile sulla cara vecchia carta, per le modalità con cui è stato progettato. Ancora prima di arrivare in un marina, avrete a disposizione il numero di telefono e tutte le indicazioni per organizzare al meglio il vostro ormeggio per la tappa successiva, oltre a siti internet e indirizzi mail.

Non possono inoltre mancare tutte le segnalazioni relative alla navigazione, dai periodi dei fari, fino a secche e bassi fondali. Un portolano tecnico, quindi, ma in grado di semplificare la vita a chi vuole navigare in sicurezza, arrivare in un porto e godersi la vacanza.

GLI AUTORI – ROD E LUCINDA HEIKELL

Rod Heikell, neozelandese di origine, muove i primi passi nel mondo della vela navigando attorno alle sue coste a bordo di svariate barche. Si cimenta anche in alcune regate nel golfo di Hauraki, ma i risultati non sono molto brillanti.

La copertina del portolano

Lascia la sua carriera accademica in Inghilterra e per pura curiosità acquista “Roulette”, uno sloop di 20’ in legno degli anni ‘50, con il quale scende in Mediterraneo. Collabora con una società charter fino a quando, del tutto inconsapevole della portata dell’impresa, si cimenta nella stesura di una guida nautica sulla Grecia. A questa ne seguono altre, che descrivono le coste degli altri Paesi del Mediterraneo.

Negli anni fa spola continuamente tra l’Inghilterra e il Mediterraneo, compresa una discesa via acque interne nel Danubio, fino alla Turchia, a bordo di “Rosinante”, un Mirror Offshore di 18’. Nel 1996 porta la sua nuova barca, “Tetra”, nel Sud-Est Asiatico e nel viaggio di ritorno effettua ricerche e perlustrazioni per la realizzazione del portolano Indian Ocean Cruising Guide.

Oltre ad aver traversato l’oceano Indiano prima da ovest a est e poi nel rientro da est a ovest, ha effettuato quattro traversate atlantiche a bordo delle sue barche e ha navigato in altre parti del mondo con altre imbarcazioni. Attualmente naviga nell’amato Mediterraneo assieme alla moglie Lucinda.

 

I Portolani del Mediterraneo Imray

Sicilia e Malta

di Rod e Lucinda Heikell

Edizioni Il Frangente, Verona, 2020 (Seconda edizione)

164 pagine illustrate a colori

46,00 euro

 

Giuseppe Orrù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione