Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Registro Telematico: entrerà in vigore il 14 marzo

Il testo, annunciato dalla riforma del Codice della nautica, regolamenta la progressiva informatizzazione dei registri di iscrizione delle imbarcazioni da diporto e la digitalizzazione del rilascio dei documenti di navigazione

1 marzo 2019 | di Manuela Sciandra

È stato appena pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana il regolamento che disciplina l’organizzazione e il funzionamento del SISTE, il Sistema telematico centrale della nautica da diporto, che comprende l’Archivio telematico centrale delle unità da diporto (ATCN) e lo Sportello telematico del diportista (STED).

Il testo, annunciato dalla riforma del Codice della nautica, entrerà in vigore il 14 marzo e regolamenta sia la graduale informatizzazione dei registri di iscrizione delle imbarcazioni da diporto, sia la digitalizzazione del rilascio dei documenti di navigazione (operativa per le nuove unità da gennaio 2020). Verrà quindi semplificata e razionalizzata la modalità di tenuta dei registri, gestiti finora in formato cartaceo.

Tutte le informazioni di carattere tecnico, giuridico e amministrativo, nonché le competenze di conservatoria riguardanti le navi e le unità da diporto, saranno affidate all’ATCN, un’unica autorità centrale in costante collegamento con gli sportelli telematici del diportista, agenzie istituite in tutto il territorio nazionale, che permetteranno agli utenti di eseguire operazioni di iscrizione e cancellazione delle proprie imbarcazioni nei relativi registri e di ottenere il rilascio dei documenti di navigazione.

Il regolamento stabilisce inoltre la dematerializzazione dei contrassegni relativi ai contratti di assicurazione per la responsabilità civile verso terzi per i danni causati dalle unità da diporto in navigazione e la loro sostituzione con la comunicazione telematica dei relativi dati direttamente all’ATCN, come avviene nel settore delle assicurazioni RCA. A contribuire al raggiungimento di questo importante risultato, il costante impegno di Ucina Confindustria Nautica, che per tre anni ha lavorato senza sosta allo scopo di ottenere maggiore semplicità e trasparenza nell’ambito della burocrazia nautica.

“Dopo tre anni impegnativi -ha dichiarato Carla Demaria, presidente di Ucina- accogliamo con soddisfazione la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto attuativo del Sistema Telematico Centrale. Un successo del lavoro svolto in sinergia con Assilea e Confarca, che si farà sentire in termini di semplificazione della burocrazia e dei controlli in mare. Un risultato importante -ha concluso Demaria- anche se dobbiamo registrare che le perplessità espresse dagli istituti finanziari, le agenzie nautiche e la stessa amministrazione, in ordine ad alcuni aspetti organizzativi, non hanno trovato ascolto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 commento

  1. Roberto ha detto:

    Spero che sia utile per diminuire i continui controlli in mare. Si Spera nella semplificazione di tutte le pratiche che il diportista con imbarcazione da diporto deve sopportare ( visita Rina ogni 5 anni ) in particolare le imbarcazioni entro i 12 metri con navigazione entro le 12 miglia. I natanti (10 Metri) sono esentati. Grazie

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione