Wsail: l’unica veleria in Italia “a tre metri dal mare”

Il fondatore di Wsail, Roberto Westermann, ha raccontato i progetti della veleria durante il Salone Nautico di Genova: "È qualificante essere qua"

25 settembre 2019 | di Giorgio Baffo
Una regata di fronte a Genova
Una regata di fronte a Genova

“Dalla nostra esperienza e passione vele che durano di più”. È questo il claim di Wsail, azienda leader nella progettazione e produzione di vele fondata nel lontano 1984 da Roberto Westermann nel porto turistico di Lavagna. Abbiamo incontrato la storica veleria nel corso del Salone Nautico di Genova, dove Wsail era presente anche per “fare due chiacchiere e incontrare clienti lontani”, come ci ha spiegato il fondatore tra gli stand della fiera.

I saloni di oggi, infatti, sono molto diversi rispetto a quelli del passato: “Ora tutta l’informazione si trova su internet, una volta si veniva al salone per dare i depliant. È qualificante essere qua. Siamo l’unica veleria in Italia a tre metri dal mare, quindi siamo anche al salone”, sottolinea Westermann.

Gli appassionati che si sono affacciati allo stand di Wsail hanno potuto scorgere vele diverse rispetto al passato: “Le vele -spiega il fondatore dell’azienda- sono sempre in costante evoluzione: si migliora sempre il prodotto usando più colle e additivi in nano tubi di carbonio. Con le ultime abbiamo vinto la Palermo-Montecarlo”.

Oltre al paragone con i saloni ‘di un tempo’, Westermann si è soffermato anche sulla clientela, che “vuole sempre qualcosa di più performante, leggero, comodo. Essendo ormai tutte barche da crociera performanti, i clienti tengono ad avere vele molto sofisticate”. Con una clientela in costante evoluzione, come testimoniano le richieste che arrivano alla veleria ligure, Wsail ha in mente diversi progetti per il futuro, come quello di abolire definitivamente le cuciture e testare colle nuove. Per ora, però, si tratta solo di test: a decidere se i progetti pensati andranno o meno in produzione sarà il mare, il giudice per antonomasia delle vele.

L’obiettivo è reggere l’onda d’urto del vento, soprattutto in regata. Ed è prorpio di questi giorni la notizia che Genova ospiterà la tappa finale della regata più dura del mondo, la The Ocean Race.“Come liguri è un orgoglio incredibile, è bello che arrivi qua: farà tornare la voglia di andare in barca. Il suo arrivo dovrebbe darci una bella spinta”, commenta il fondatore di Wsail, che è stato anche un velista oceanico.

Le sue parole trasudano passione, perché senza non si va da nessuna parte: si annida proprio lì il segreto per produrre da oltre trent’anni vele di qualità. Del resto, come sosteneva il filosofo tedesco Georg Wilhelm Friedrich Hegel, “nel mondo nulla di grande è stato fatto senza passione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

2 commenti

  1. Armando ha detto:

    Complimenti Roberto, parole e pensieri azzeccati, bravo continua così che la tua passione ti porterà lontano

  2. Armando ha detto:

    Complimenti Roberto, parole azzeccate.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione