Genova: l’incendio in diretta sulle nostre webcam

Le immagini delle nostre webcam durante gli incendi divampati in varie zone della città

17 Gennaio 2017 | di Redazione Liguria Nautica
incendio monte fasce
Ripresa dell'incendio scoppiato nel ponente genovese dalle nostre webcam

Sono giorni difficili per Genova sia a Ponente che a Levante. Infatti dopo l’incendio scoppiato sulle alture di Nervi, nelle ultime ore un’altro incendio è divampato sulle colline tra Voltri e Pegli. Al momento il fronte critico risulta essere la Val Varenna ma anche nel Levante genovese la situazione continua a essere delicata a causa delle forti raffiche di vento. Infatti il pericolo è proprio legato alle forti raffiche di vento che alimentano le fiamme.

Come si può vedere nelle immagini riprese dalle nostre webcam la situazione è piuttosto grave principalmente a causa della prossimità tra i focolai degli incendi e alcuni quartieri della città ad alta densità di popolazione. La situazione è particolarmente delicata tra la Val Varenna, Pegli 2 e Villa Pallavicini dove sono al lavoro decine di unità dei vigili del fuoco oltre ai Canadair mentre si attende che cessi il vento per poter permettere anche all’elicottero dell’antincendio regionale di intervenire. Per quanto riguarda il ponente cittadino attualmente resta solo un piccolo focolaio sul Monte Fasce mentre sembra essere rientrato l’allarme inerente il quartiere di Nervi dove ieri le autorità erano state costrette a evacuare diverse decine di persone.

 

ripresa ponente genovese

Una ripresa della nostre webcam sul ponente genovese durante gli incendi

Per quanto riguarda le cause degli incendi, secondo quanto ricostruito dai Carabinieri forestali, pare sia di origine colposa quello scoppiato sulle alture di Nervi per il quale è stato accusato un operaio di quarantacinque anni. L’uomo impegnato in alcune riparazioni nei pressi dell’area di servizio di Sant’Ilario durante i lavori avrebbe perso il controllo del flessibile dal quale sarebbero partite le scintille colpevoli di aver dato vita all’incendio mentre sono ancora oscure le cause che avrebbero innescato l’incendio sulle alture pegliesi.

 

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione