Allarme acciughe: una specie al colasso

La fauna marina appare sempre più povera a causa di una pesca eccessiva e incontrollata, le acciughe in particolar modo. Nel 2013 sono state 29.664 le tonnellate pescate.

27 giugno 2015 | di Redazione Liguria Nautica

Acciughe scarseggiano

E’ l’oro blu del nostro mare, il pesce azzurro per eccellenza: la specie ittica più pescata in Italia. E’ l’acciuga o alice (Engraulis encrasicolus) ed è, secondo quanto denuncia Greenpeace, una specie al collasso.

 

Solo nel 2013 in Italia, secondo i dati del ministero delle Politiche Agricole, sono state pescate 29.664 tonnellate di acciughe  per 55,36 milioni di euro di ricavi (-26%). Un impoverimento inevitabile dei nostri mari che fotografa lo stato di crisi generale delle risorse ittiche del Mediterraneo: “la pesca eccessiva è un problema che va risolto subito. Sta svuotando il nostro mare mettendo in ginocchio decine di migliaia di pescatori italiani – dice Serena Maso, campaigner Mare di Greenpeace.

Le acciughe sono al collasso e nonostante questo il ministero continua a rinnovare permessi speciali di pesca: chiediamo la loro revoca immediata, quelle che stiamo per mangiare oggi rischiano di essere le ultime acciughe di domani”.

 

Già nel 2012, Greenpeace aveva lanciato l’allarme sull’impoverimento delle popolazioni di acciughe e sardine nel nord Adriatico, già nei primi anni ’90. Altrettanto preoccupante la situazione nello Stretto di Sicilia: insomma, dal Tirreno all’Adriatico passando per lo stretto di Messina, anche secondo gli esperti dell’Ue, servono interventi urgenti come l’introduzione di limiti di sbarco e quote di catture, norme, al momento applicate, solo al tonno rosso.

 

Foto www.gustoblog.it

Argomenti: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione