Savona: Guardia Costiera multa diportista per eccesso di pesca

I militari della Capitaneria savonese hanno trovato 24 kg di palamiti a bordo della barca dell'uomo e subito e' scattata la sanzione. L'eccedenza e' stata data in beneficienza alla Caritas.

7 Aprile 2016 | di Redazione Liguria Nautica

Un diportista e’ stato multato, nei pressi del porto di Savona, dai militari della Capitaneria di Porto per essere stato colto in flagranza di reato ad avere a bordo della propria barca 9 esemplari di palamiti per un totale di 24 kg di pescato.

La legge stabilisce che ogni pescatore non puo’ pescare piu’ di 5 kg di pesci, molluschi o crostacei, pertanto per l’uomo e’ scattata immediatamente una salatissima sanzione amministrativa dal valore di 1.000 euro.

L’operazione ha coinvolto una unita’ navale e 5 membri della Capitaneria savonese, coordinati dalla sala operativa. Successivamente, sono intervenuti i veterinari della Asl 2 di Savona per espletare tutti i dovuti controlli e una volta constatata la commestibilità del pesce, tutto il carico eccedente il limite di legge e’ stato devoluto in beneficienza alla Caritas diocesana.

La pesca intensiva e spregiudicata e’ perseguita con grande impegno dalla Guardia Costiera perché considerata la principale causa di riduzione di risorse ittiche nei nostri marini incidendo sulla loro conservazione e riproduzione.

Chiara Biffoni

Guarda anche la nostra rubrica “Incursioni in Pescheria”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

6 commenti

  1. Carlo ha detto:

    Che una regolamentazione ci sia anche per la pesca sportiva mi può star bene, e che le regole vadano rispettate anche, ma che si dia la colpa alla pesca da diporto del depauperamento delle specie ittiche mi sembra assurdo. Per quanto riguarda poi la multa la ritengo assolutamente spropositata.
    Con questo metro allora la multa ai pescherecci che non rispettano le regole, vera causa della quasi estinzione di alcune specie, dovrebbe essere di qualche milione di euro!!!!!!!

  2. Guido ha detto:

    Come al solito le giustificazioni più puerili portano sempre a responsabilità maggiori che sono sempre di altri.
    I commenti precedenti non considerano gli tsunami quali cause del depauperamento ittico costiero….
    Non è più semplice rispettate le disposizioni vigenti, senza fare sempre dei distinguo???

  3. Claudio ha detto:

    Data la burocrazia il pesce alla caritas quando lo hanno consegnato? Chi lo avra cucinato?

  4. giorgio ha detto:

    Poi cianciole e pescherecci a strascico fanno terra bruciata (anzi mare spolpato) e danni incalcolabili e nessuno fa niente…….
    Le navi riversano acque di sentina e idrocarburi e nessuno fa niente……..
    Molto più semplice fermare un diportista addirittura in flagranza di reato (!!!) usando una unità navale e 5 membri di equipaggio in una delle rarissime occasioni fortunate ( si fa per dire visto come è gli andata a finire…….) in cui è riuscito a prendere qualcosa.
    COMPLIMENTI AI NOSTRI TUTORI DELL’ORDINE MARITTIMO !!! AVETE SALVATO L’ECOSISTEMA MEDITERRANEO DALL’AVIDITA’ DEI PESCATORI DILETTANTI !!!

  5. Narese ha detto:

    Mi dimenticavo, tutti gli altri giorni che il nostro diportisti e’ rientrato senza essere riuscito a pescare nulla, i nostri eroi lo hanno ricompensato con 1000 Euro?

  6. Narese ha detto:

    Che bravi! Una unita navale, cinque membri della capitaneria di porto savonese coordinati dalla sala operativa, piu i veterinari della Asl2 savonese, il tutto per qualche chilo in piu di pesce! Evidentemente non hanno modo migliore per spendere i soldi del contribuente!

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione