Pesca d’estate: il tempo delle mormore, 4 segreti per non sbagliare

Le mormore sono una delle prede tipiche della pesca estiva dalla spiaggia, un pesce tecnico che andrà insidiato con approcci mirati e precisi

1 Agosto 2016 | di Redazione Liguria Nautica

Una calda serata d’estate, il mare piatto come una tavola, una spiaggia e la nostra attrezzatura da pesca: agosto è il mese perfetto per provare a catturare uno dei più ambiti grufolatori: le mormore. Questo pesce è infatti una delle prede tipiche del surfcasting estivo: un pesce tecnico, non facilissimo da catturare e dotato di carni dall’ottimo gusto. Andiamo a vedere alcuni piccoli segreti pe provare a insidiare le mormore in una notte d’estate.

1 – Le esche

La regina delle esche per le mormore è l’arenicola. Un verme costoso e non facile da reperire della giusta misura, ma sicuramente una delle esche più adatte per le battute di pesca dalla spiaggia in estate. Le mormore ne sono ghiotte e l’arenicola non dovrà mai mancare nel nostro parco esche. In alternativa si possono usare esche più selettive ma complessivamnte forse meno efficaci, come il bibi o l’americano.

2 – Terminali lunghi e sottili

Uno dei segreti fondamentali per insidiare le mormore è la qualità della montatura: sia che essa sia a uno o a due ami, è fondamentale che il diametro dei braccioli non superi lo 0.20 e la lunghezza non sia mai inferiore agli 80-100cm. La mormore è infatti un pesce sospettoso, che mangia piano, sarà molto importante insidiarlo con una montatura il più possibile leggere. Molto consigliata anche la soluzione del piombo scorrevole, con monoamo finale su un bracciolo di 1,70 mt.

3 – Gli orari di pesca

Durante l’estate la mormora viene insidiata esclusivamente di notte, qualche ora dopo che i bagnanti hanno abbandonato la spiaggia. Non sarà quindi necessario arrivare necessariamente con la luce del giorno, a meno che non puntiamo anche ad altre specie, sarà quindi importante impostare la nostra battuta di pesca nelle ore centrali della notte.

4 – Le condizioni meteo marine

Il surfcasting estivo alle mormore si pratica in condizioni di mare calmissimo o appena mosso, anche per il tipo di attrezzatura e di esche che andremo ad usare. Ciò non significa che la mormora non si possa catturare anche con acqua mossa, ma in quel caso la nostra pescata avrà un’impostazione diversa e non punteremo solo a questo grufolatore ma amplieremo il nostro raggio d’azione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione