La Liguria che non ti aspetti: alla scoperta di 35 luoghi autentici tra natura e cultura

Un libro alla scoperta di borghi lontani dagli stereotipi lungo il litorale ligure

Il volume Borghi della Liguria. La costa, di Andrea Carpi, Edizioni del Capricorno, accompagna i lettori alla scoperta di 35 luoghi autentici lungo i quasi 300 chilometri di litorale ligure. Da Ponente a Levante, per abbracciare al contempo storia, tradizioni, natura e mare.

Esiste infatti una Liguria diversa dagli stereotipi della folla in spiaggia e del traffico domenicale. Bisogna rintracciarla, e saperla osservare. Questo libro è come una mappa del tesoro per raggiungerla.
Una Liguria fatta di natura aspra e peculiare – scogliere, rocce, salite e strettoie – con la sua storia di caparbietà e capacità di adattamento, che si rivela nelle architetture, nei colori e nei modi di vivere.

35 borghi con altrettante storie

Andrea Carpi, diplomato in giornalismo a Genova e attivo divulgatore delle tradizioni culturali ed enogastronomiche della regione, ha selezionato 35 borghi che rappresentano la Liguria nascosta.
Questo volume si occupa delle località vicine al mare, mentre nella stessa collana si possono trovare itinerari in altre aree della Liguria, che ha anche un magnifico entroterra.

La prima sensazione che si ha sfogliando questa è guida è di desiderio. Ti viene immediatamente da chiederti perché mai non stai salendo su un treno, oppure un’auto, per raggiungere la più bella pista ciclabile al mondo, o la selvatica Valle Ibà, o la precaria e unica Bussana Vecchia.

La fortuna è che questo desiderio è prepotente quanto realizzabile, perché tutte le mete che si incontrano tra le pagine sono facilmente raggiungibili e richiedono solo un po’ di tempo, rispetto e curiosità. Sono ottime idee per i turisti che desiderano conoscere la parte meno ovvia della Liguria, e per i liguri che possono scoprire qualcosa in più della propria regione.

Oltre a località più note, come le Cinque Terre o Sestri Levante, Camogli e Varigotti, ci sono borghi più riposti e particolari, come Cervo, Castello di Andora, Peagna, Volastra, Tramonti. Trova spazio anche un borgo nella città come Boccadasse, e uno al limite della città, come Nervi.

Ci si meraviglia constatando la varietà di luoghi, architetture e tradizioni, e al contempo si ha la sensazione di una sostanziale unità e armonia tra i borghi, frutto di una natura propriamente “ligure”, e di una storia fatta di reciproche contaminazioni.

Un volume completo e facile da consultare

Il libro suscita questa impressione perché, prima di presentare un itinerario guidato tra le emergenze architettoniche e ambientali di ogni borgo, dedica una sezione a raccontarne i cenni storici. Sono spesso vicende di strapotere genovese, bellicosità o piraterie, commerci e dura vita di mare. Molto interessanti da scoprire.

Le altre sezioni presenti per ogni borgo sono appunto quella della “visita“, una parte introduttiva che presenta il luogo brevemente, e una scheda tecnica. Nella scheda tecnica si trovano tutte le informazioni utili per l’accesso, in auto o in treno, alle località indicate, e un link con informazioni turistiche.

Ci sono poi una piccola mappa con zoom su ogni specifica area e un QR code che, una volta letto, rimanda a Google Maps con la geolocalizzazione esatta. In alcuni casi ci sono anche delle schede di approfondimento su posti o particolari evenienze, come i festival musicali di Cervo, le traversie degli artisti abitanti di Bussana Vecchia, i pittori e scrittori che visitarono Lerici, o il vino delle Cinque Terre. E così via.

La seconda sensazione che si ha sfogliando questo libro è di avere in mano una mappa del tesoro. E a questo punto non resta che uscire a scoprirlo.

 

La copertina del libro con vista su Manarola

Borghi della Liguria. La costa

di Andrea Carpi

Edizioni del Capricorno, Torino, 2019

Pagine: 160, fotografie a colori

13,00 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione