Le 10 regole dell’uomo virtuoso secondo il capitano di lungo corso Francesco Gerolamo Ansaldo

Dal log book di Francesco Gerolamo Ansaldo le regole di buon comportamento dell'uomo virtuoso

Nel 1901, durante il suo viaggio a bordo del piroscafo a vapore Giava nella tratta da Genova ad Odessa, il capitano di lungo corso Francesco Gerolamo Ansaldo raccolse all’interno del suo log book quelle che secondo lui erano le 10 regole di buon comportamento dell’uomo virtuoso

Il capitano era un uomo preciso e dalla calligrafia ordinata, ma riportiamo qui le dieci regole per una più facile lettura. 

  • Che i sensi non siano guidati dal cervello. Evita ogni eccesso e cura il tuo corpo con diligenza. Esercita i muscoli/accresci il tuo appetito con l’attività, il moto, la compagnia lieta, lo svago.
  • Non dare lingua ai tuoi pensieri. Se parli poco sarai creduto di conoscere anche quello che non sai, se parli molto farai conoscere ciò che sai e ciò che non sai. Porgi orecchio a tutti gli uomini ma conserva la tua voce per un picco-/lo numero. Sii riservato nei tuoi giudizi perché spesse volte non potrai sapere la verità mentre le circostanze e conoscenze nuove ti potranno far pentire di ciò che hai detto e fatto.
  • Evita la satira e la maldicenza. Non fare lo spiritoso che il buon motto perde l’amico. Ascolta con pazienza le chiac-/chere altrui. Attento agli sbadigli di chi ti ascolta. Allora taglia corto e vattene e non sarai importuno.
  • Sii sempre occupato. Opera per convinzione tua propria che sarà almeno sincera, non per impressione altrui./ Lavora con diligenza e non trascurare il dettaglio che solo ti può dare un criterio esatto delle cose e delle persone. / Che ogni lavoro abbia il suo tempo, ogni cosa il suo posto e regola le tue occupazioni secondo un sistema stabilito.
  • Mantieni un eguabile ed allegro umore. Pensa, parla, agisci senza alterarti comprimendo l’impulso che ti fa eccedere. / Quando provi questo senso riposa, fuma, discorri, allora verrai calmo e sarai più giusto verso te stesso e verso gli altri. Quando questi si eccitano, tu sta zitto, osserva, pensa, dopo ragiona, vi guadagnerai sempre in considerazio-/ne. Rimanda, se puoi, alla dimane ogni deliberazione importante, dormi o fuma su quelle minori.
  • Sii cortese e civile ma non dare mai confidenza. Sii dignitoso di costumi, abiti e parlare, senza ricercatezze se vuoi esse-/re stimato. Il mondo apprezza la forma ma questa mantiene la sostanza. Non fare il moralista ed il puritano / che è cosa fastidiosa molto. Scusa i difetti e non urtare la suscettibilità altrui senza un assoluto bisogno. Il tatto / è la scienza della società moderna ed il saper(ci) fare è l’unica dote dei grandi imbecilli.
  • Stima il tuo posto nel mondo e sarai stimato. Fa prima il tuo dovere per obbligare gli altri a fare il loro. Evita con cura di / entrare in contestazione ma una volta entrato in essa comportati in modo che il tuo avversario ti schivi a sua / volta. Perdona ma non dimentica. Non inasprire il nemico che è cosa inutile e pericolosa ma combattilo quando / sei sicuro di ridurlo all’impotenza. Che gli altri sappiano ciò che vuoi, non minacciare mai, punisci con ra-/pidità, loda apertamente e premia con parsimonia. Diffida di chi ti loda ed ascolta chi ti offende, il primo ti / può adulare, il secondo può dirti delle verità.
  • Negli affari sii preciso e prudente. Guarda che il timore tuo di perdere sia sempre maggiore dell’avidità del guadagno / ed eviterai la miseria, ma non temere poi troppo questa altrimenti vivrai misero per tutta la tua vita. Negli af-/fari seguita sempre il grosso senso comune. Chi troppo calcola finisce sempre con cattivi affari.
  • Non ti lasciare turbare da inezie. Dà tempo al tempo e sempre succederanno delle novità da cui ti potrai avvantaggiare. / Consigliati con tua moglie ed acquisterai speranze nuove.
  • Abbi aspirazioni modeste se non vuoi subire dei disinganni amari, riconosci il merito del compagno e sarai stimato, innalza l’amico tuo e sarai innalzato. Comprendi l’affanno del tuo simile, rispetta le debolezze umane, rivolgi / gli occhi alle miserie degli umili e sarai amato e felice nel tuo cuore. Ma soprattutto / sii onesto d’azione ed animo e sincero con te stesso.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione