Le divise di ufficiali, sottufficiali e comuni imbarcati sulle navi della Marina Mercantile italiana

Da Fondazione Ansaldo l’album-regolamento delle divise della Marina Mercantile Italiana

Il 25 novembre del 1933 venne approvato l’album-regolamento delle divise per gli ufficiali, sottufficiali e comuni imbarcati sulle navi mercantili italiane. Lo scopo del regolamento, che entrò in vigore a partire dal gennaio 1934, era quello di determinare la gerarchia di bordo e la disciplina degli equipaggi.

Venivano, infatti, stabilite le divise da usare a bordo delle navi mercantili e gli accessori di grado e di categoria degli ufficiali della Marina Mercantile corrispondenti alle funzioni previste dalle tabelle d’armamento per le quali erano stati imbarcati. Nel regolamento si specificava anche che quando un ufficiale di qualsiasi categoria e grado, per cause temporanee, doveva assumere funzioni del grado superiore, non poteva portare i distintivi della nuova funzione.

Nel regolamento veniva inoltre descritta la foggia e la composizione delle varie divise. In particolare, per gli ufficiali erano previste:

  • La divisa invernale: la giacca era di panno a doppio petto, aveva due file parallele di tre bottoni ognuna, i travetti sulle spalle e due tasche laterali orizzontali. I galloni dovevano essere di lunghezza ridotta e applicati in posizione simmetrica rispetto alle due cuciture laterali delle maniche.
  • La divisa di rappresentanza
  • La divisa da sera
  • Il pastrano: di panno pesante e di lunghezza tale da arrivare 5 centimetri sotto al ginocchio. Sulle maniche i galloni erano ridotti e non erano previsti distintivi sulle spalle.
  • La divisa estiva: giacca monopetto a tre bottoni con collo rivoltato di tela bianca. La giacca andava indossata su una camicia bianca con colletto rivoltato con cravatta di colore nero.
  • La divisa di lavoro: di tela grigia, con la giacca col colletto chiuso ed alto 5 centimetri senza alcuna bordatura. I pantaloni erano dello stesso taglio di quelli estivi con tasche verticali. Con questa divisa si portavano le controspalline prescritte per la divisa estiva.
  • Il cappotto da acqua: di stoffa impermeabile blu scuro con i risvolti tagliati in modo che potesse essere portato aperto o chiuso al collo.

Il berretto era un capo obbligatorio e indispensabile per il completamento dell’uniforme e variava in base al grado ed al tipo di nave. Ecco alcuni tipi di berretti da comandante:

  • Berretto di panno per comandante di nave da passeggeri di stazza lorda oltre 20.000 tonn.
  • Berretto di panno per comandante di nave da passeggeri di stazza lorda tra 5.000  e 20.000. tonn.
  • Berretto per divisa estiva per comandante di nave abilitata al trasporto passeggeri di stazza lorda al di sotto delle 5.000 tonnellate e per comandante di nave di qualsiasi tonnellaggio non abilitata al trasporto passeggeri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione