QUIZ di leggende, superstizioni e credenze marinare – Perchè non bisogna salpare di venerdì? Ecco le vostre (e le nostre!) risposte

AUKLAND, NEW ZEALAND - FEBRUARY 28: The mast of a sunken yacht pops up through the water in Hobson Bay after high winds washed it off its moorings overnight in Auckland, New Zealand,Saturday, Feb 28th, 2004. (Photo by Phil Walter/Getty Images)

Martedì vi abbiamo posto la settima domanda della nostra serie di “quiz estivi”: perché è meglio non salpare mai di venerdì?!  Non sono tardate ad arrivare le vostre risposte, sempre fantasiose e interessanti!

 

LE VOSTRE RISPOSTE

 Carole, sempre fida e in prima fila,  ci racconta cose interessanti: “Non salpare di venerdì è un’antica superstizione di origine inglese legata probabilmente a motivi religiosi. Non so se venga prima l’uovo o la gallina ma la leggenda dell’olandese volante fa luce su questa superstizione : intorno al 1600 un capitano olandese tentò per diverse volte inutilmente di doppiare il Capo di Buona Speranza; non si arrese e giurò di persistere nell’impresa a dispetto di ogni ostacolo naturale o soprannaturale (ovvero, secondo un’altra versione, decise di salpare di venerdì santo, contro le disposizioni religiose tradizionali), e fu perciò condannato a vagare nei mari fino al giorno del giudizio universale con la sua nave (il «vascello fantasma» che si credeva navigasse contro vento e a vele spiegate e il cui avvistamento avrebbe costituito un presagio di sventura)”. Guglielmo si avvicina molto ad una delle  nostre verità… aggiungendo un’ ulteriore superstizione! “ La superstizione che crede che partire di venerdì sia presagio di sventura fonda le sue origini dalla tradizione religiosa, in quanto Gesù è stato crocefisso proprio di venerdì. Per i francese, poi, il venerdì 13 è “doppia sventura”…!” . Alba dal canto suo ci dice che  “la leggenda narra che il venerdì sia un giorno di sventura e cattiva sorte perchè Gesù fu crocifisso di venerdì”.

 

LA (NOSTRA) VERITA’

Questa superstizione trova la sua origine, secondo al maggior parte delle fonti, nella religione. Nella tradizione religiosa cristiana, infatti, il venerdì è  spesso indicato come giorno di avvenimento di  fatti nefasti. La crocifissione di Cristo ebbe luogo di venerdì e nello stesso giorno della settimana il diavolo tentò Adamo ed Eva con “il frutto proibito” mentre si trovavano nell’Eden.

Un’altra spiegazione molto comune di questa superstizione, fa riferimento  al tradizionale giorno di paga dei marinai, che era il giovedì.  Il giorno dopo, appunto venerdì, molto di essi si erano “bevuti” gran parte della loro paga e tornavano a bordo ubriachi, quindi partire quel giorno avrebbe significato un numero di incidenti molto alto.

 

Francesca Pradelli

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione