QUIZ di superstizioni, credenze e leggende marinare – da cosa deriva la leggenda dell’Olandese Volante?! Ecco le vostre (e nostre!) risposte

Martedì vi abbiamo posto la quindicesima domanda della nostra serie di “quiz”: da cosa deriva la leggenda dell’Olandese Volante? Siete curiosi di conoscere la risposta….?! Leggete di seguito!

 

 

LE VOSTRE RISPOSTE

La risposta di Rosanna ne vale cento! “Ho in vendita l’imbarcazione del Cantiere Pedro Comas 1935 dove nel 1951 è stato girato a bordo il film “Pandora e l’olandese volante” con” con Ava Gardner e James Mason.
Questa la leggenda : la nave fu investita da un uragano ed il capitano tentò ogni manovra possibile per non fermarsi invece di aspettare la fine della tempesta e, per un patto che una notte in sogno aveva fatto con il diavolo, decise di ignorare la ragione e di doppiare il Capo di Buona Speranza. Poco dopo la nave fu spazzata via dalla tempesta e tutto l’equipaggio morì. Per punizione il comandante fu condannato dalla giustizia divina a governare la sua nave fino al giorno del Giudizio. Sembra che vi siano stati avvistamenti della nave circa 60 anni fa”. L’amico Gerbaudo, invece, è un po più scettico e ci dice “Mah…dipende. C’è anche chi sostiene che non sia una leggenda del folklore olandese, ma che muova le basi dall’opera “The Flying Dutchmann” (appunto, l’Olandese Volante) del 1826 di Edward Fitzball, che era inglese…”

 

 

LA NOSTRA VERITA’

L’ “Olandese Volante” e la barca più celebre, quella che naviga sempre dal….17esimo secolo! Questa imbarcazione è condannata a errare in mare in eterno, fra Capo Horn e Capo di Buona Speranza, per colpa del suo incosciente capitano, Van Der Straeten. Un giorno dell’anno 1665 quest’ultimo, uomo attaccabrighe e intransigente, rifiutava di fare scalo in un porto affinché il suo equipaggio potesse riposarsi e rifornirsi di viveri,  poiché a suo dire la nave era in ritardo e bisogna a tutti i costi affrettarsi. Mentre si avvicinavano a Capo di Buona Speranza, una tempesta si delineò all’orizzonte, ma i cori dell’equipaggio di trovare un riparo rimasero inascoltati e il capitano, inflessibile, diede ordine di proseguire . Quella sera egli bevve fino a ubriacarsi e ben presto si chiuse nella sua cabina, sfinito. La barca intanto si avvicinava a Capo di Buona Speranza e la tempesta che la accolse fu ancora peggio di quanto l’equipaggio si aspettasse: i marinari, terrorizzati, decisero allora di ammutinarsi . Ma mentre il capo degli ammutinati prendeva la barra della nave, il capitano, totalmente ubriaco, si parò loro davanti e, dopo aver ucciso con un colpo di pistola il malcapitato marinaio, puntò il dito contro il vento e pronunciò queste terribili parole:

 

“ Scapolerò questo Capo, dovessi navigare fino alla fine del tempo!”

 

La leggenda vuole che in quel momento un fantasma apparve: il capitano cercò di ucciderlo, ma il fantasma pronunciò la sua maledizione

 

“Che questa barca sia obbligata a navigare per sempre, fino alla fine del tempo!”

 

a cui il disgraziato capitano rispose “Amen!” . Da allora, l’”Olandese Volante” erra per i mari, portato da venti di tempesta, incapace di trovare riposo e rifugio.

 

 

Francesca Pradelli

 

 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione