QUIZ di superstizioni, leggende e credenze marinare – Perché il Golfo del Tigullio viene anche chiamato "Golfo dei Nesci"?

Un'altra puntata del nostro quiz sulle leggende e credenze marinare: questa volta ci buttiamo nella toponomastica ligure: sapete perché il Tigullio è chiamato anche "Golfo dei Nesci"? Commentate e diteci la vostra teoria!

A grande richiesta riprende il nostro “quiz” per testare la vostra cultura marinara! Dopo le prime dieci domande, sul perché il verde in barca porti sfortuna, sul divieto di fischiare a bordo,  sul divieto di accendere una sigaretta da una candela, sul perchè i marinai di un tempo portavano un orecchino, sul perchè i marinai si tatuavano una rondine,  perché la bandiera dei pirati si chiama “Jolly Roger” , perchè si usa spaccare una bottiglia di champagne per varare una barcaperchè è meglio non salpare di venerdì,perché un tempo le navi avevano una moneta d’oro sotto l’albero, perchè su una barca frances enon bisogna mai pronunciare la parola “coniglio”,  ecco il quesito della settimana, dedicato ai lettori “nostrani”!

 

Sapreste raccontarci da cosa deriva il nome che i marinai danno al Golfo del Tigullio, ovvero “Golfo dei Nesci”  ?! 

 

Scriveteci – come sempre – le vostre risposte, commentando l’articolo: venerdì prossimo pubblicheremo sia quelle di chi risponderà correttamente (anche se è difficile trovare versioni univoche nell’ambito delle leggende marinare) che quelle più “fantasiose”!

 

Francesca Pradelli

 

 

(fonte immagine lidopalacehotel.com)

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 commenti

  1. paolo angelini ha detto:

    Quando le rotte mercantili erano dominio di vele quadre e leudi, si poteva navigare solo in funzione di andature portanti o poco più, sicuramente non si poteva risalire il vento con angoli propri delle armature dei moderni sloop. Pertanto raggiungere Genova da est presupponeva di scapolare i vari capi con relativi rischi di naufragio. Chi non si sentiva di assumersi il rischio di superare il Capo di Portofino, specie durante i colpi di tramontana genovese, andava a ridossarsi nel Tigullio, per poi riprendere la navigazione in condizioni più tranquille, venendo considerato così un po’ pavido ed un po’ incapace…nescio insomma.

  2. Francesca Pradelli ha detto:

    Grazie al lettore Ezio che ci dà tanti spunti per nuovi Quiz….ma che ci dici di quello di questa settimana?!

  3. marco cimarosti ha detto:

    era il rifugio di quelli che avevano paura – e quindi nesci – della tramontana del golfo di Genova, quando dovevano aspettare per scaricare, ai tempi dei leudi.

  4. ezio cerruti ha detto:

    Aggiungo liberamente: perchè sovente si legge scritto “Capitano” invece di “Comadante” Perchè “trainare” in luogo di “rimorchiare”? Perrchè “timonare” invece di “governare” (allora un auto dovreb besere “volantata”?. E non ho finito! EC

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione