Speciale Assicurazioni – La polizza italiana, condizioni generali

Torniamo a parlare di assicurazioni, questa volta con l'obbiettivo di capire come scegliere il giusto livello di garanzia di una polizza all'interno del sistema italiano

Lo Speciale Assicurazioni di Liguria Nautica, che prende spunto dal materiale concessoci dalla nostra esperta  In Young Shing, Master Universitario di I Livello in Assicurazioni Marittime e Trasporti Masmet presso l’Università degli Studi di Genova, propone ai nostri lettori un nuovo capitolo sul delicato tema delle polizze “Corpo e Macchina“.

 

Ripartiamo dalla Polizza Italiana che, come abbiamo visto nel nostro precedente articolo sul tema, si basa sul modello Anadi. Le Polizze Italiane, come vedremo, si basano sul concetto che in gergo automobilistico viene definito “all risk” (molto diverso rispetto alle  Polizze con capitolato inglese che utilizzano le Institute Yacht Clause, dove invece i rischi assicurati, i “perils” sono “nominati”). Parliamo ovviamente della garanzia massima.

 

Alcune Compagnie che utilizzano infatti il modello della Polizza Italiana permettono di sottoscrivere tre tipoligie di Garanzie, da scegliere principalmente sulla sulla base dell’età e del  valore dell’imbarcazione da assicurare (esempio: la garanzia minima può andare bene per una barca del 1990 del valore commerciale di 20.000 Euro, ma non certo per uno yacht da 1 milione di Euro, che ne l caso di danni parziali possiamo arrivare a centinaia di euro di costi di riparazione e ripristino).

 

Per ricapitolare, il ventaglio delle scelte che l’assicurato può operare sui livelli di garanzia che delimitano i rischi coperti sono:

 

Garanzia C” o Minima → si tratta dalla garanzia base e copre solo la perdita totale e l’abbandono, in conseguenza di qualsiasi avvenimento, fatti salvi i casi di furto, rapina e pirateria;

Garanzia B” o Ridotta → è la garanzia intermedia che copre la perdita totale e l’abbandono, in seguito a qualsiasi avvenimento; i danni parziali, invece, sono coperti solo se verificatisi in conseguenza a incendio, esplosione, scoppio, fulmine, furto, rapina e pirateria.

Garanzia A” o Massima → in tal caso la garanzia si presenta nella sua massima estensione e copre la perdita totale e l’abbandono dell’unità, in seguito a qualsiasi avvenimento, mentre, per quanto concerne l’assicurazione dei danni parziali, essa viene prestata nei seguenti termini:

I danni allo scafo ed alle parti dell’unità non menzionate ai punti successivi sono risarcibili in conseguenza di qualsiasi avvenimento; i danni all’apparato motore ed all’impianto elettrico sono risarcibili solo se conseguenza di incendio, esplosione, scoppio, fulmine, furto, rapina, pirateria, incaglio, urto, collisione, ovvero allagamento causato da cattivo tempo; i danni alle vele sono risarcibili in quanto siano conseguenza della rottura delle manovre fisse o degli alberi, aste, incendio, esplosione, rapina, furto, fulmine, urto o collisione con altra unità da diporto; i danni alle parti pneumatiche dei mezzi pneumatici sono risarcibili in quanto siano conseguenza di incendio, esplosione, scoppio, fulmine, rapina, pirateria.

Nella garanzia Massima, quindi, la Compagnia assicura tutti i danni subiti dall’imbarcazione a seguito di QUALSIASI avvenimento, con delle limitazioni che devono essere specificate nell’Articolo del Contratto dedicato ai “Rischi Assicurati” , nei “Limiti di Operatività” e in quello dedicato ai “Rischi Esclusi”.

Ovviamente questa è solo la base da cui si sviluppano le condizioni  generali, offerte dalla maggioranza delle Compagnie di Assicurazione italiane. Sulla base dell’utilizzo dell’imbarcazione vi è la possiblilità di inserire in Polizza Clausole aggiuntive per estendere ulteriormente la copertura, come vedremo nel prossimo approfondimento.

 

Chi è In Young Shing: ha da poco ultimato un Master Universitario di I Livello in Assicurazioni Marittime e Trasporti Masmet presso l’Università degli Studi di Genova, e attualmente lavora nel settore dell’intermediazione assicurativa marittima. La sua tesi di laurea dal titolo La copertura corpi e macchine nella nautica da diporto. Analisi di un caso concreto, relatori la Prof.ssa Giorgia M. Boi della Facoltà di Economia e Luigi Alzona broker yacht di Cambiaso Risso, sarà la nostra fonte per spiegarvi tutto quello che c’è da sapere sull’assicurazione della vostra barca.

Rileggi tutte le uscite del nostro Speciale Assicurazioni qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione