Spot di pesca per surfcasting a Genova e nei dintorni

Consigli su possibili spot di pesca dalla spiaggia con tecnica di pesca Surfcasting nella riviera Ligure

spot surfcasting
Spiaggia di Genova Voltri
L’arrivo delle prime forti piogge autunnali segna in maniera chiara, qualora non volessimo ancora accettarlo per via del caldo persistente, la fine dell’estate. Il 30 settembre è un giorno importante per tutti noi pescatori: con grande gioia possiamo dire “arrivederci” alla stagione balneare, che ci lascerà per diversi mesi quella libertà un po’ sofferta. Al posto degli ombrelloni potremo piantare i nostri tanto amati picchetti per iniziare una sessione di pesca senza orari né restrizioni negli spot di pesca da noi preferiti.

 

La morfologia della costa ligure, a differenza per esempio di quella toscana, varia notevolmente anche a breve distanza ed è dunque in grado di offrire spot di pesca molto interessanti e dalle caratteristiche uniche. Alcune spiagge sono interamente sabbiose, mentre altre alternano sabbia a ciottoli, fino a diventare piuttosto scomode per pescare da riva.

La prima domanda che  ci viene in mente è dunque una sola: dove andare a pescare?

Per chi è genovese la prima risposta che si può dare è sicuramente una: fuori Genova! Questo perché non sono purtroppo presenti spiagge dove poter praticare la pesca a surfcasting. L’unica spiaggia che si può prestare a questo tipo di pesca si trova in Corso Italia, all’altezza dello Stabilimento balneare “Bagni Italia”, dove però la presenza di ciottoli e pietre di discreta dimensione rende difficile la nostra azione di pesca. Inoltre, a pochissimi kilometri da Genova, il ponente ligure offre numerosissime spiagge molto più pratiche e pescose.

GLI SPOT NEL PONENTE LIGURE

Partendo da Genova la prima tappa è sicuramente Voltri, che presenta un ampio litorale. Qui la spiaggia si divide in tre principali aree in prossimità del famoso VTE ed è prevalentemente sabbiosa nella parte ovest, per poi diventare mista a ciottoli per alcuni tratti a est. Il fondale scende velocemente, presentando inizialmente uno scalino piuttosto pronunciato, soprattutto in fase post-mareggiata.

Qui, subito dietro, si consiglia di dedicare una canna alla ricerca di qualche spigola o grufolatore: è bene prestare molta attenzione in fase di recupero, che dovrà avvenire con continuità, con canna ben alzata, senza interruzioni soprattutto negli ultimi metri, perché è facile incagliare e avere spiacevoli rotture. Inoltre la presenza di due fiumi che sfociano direttamente in mare creano uno spot di pesca favorevole per le spigole, soprattuto in fase di mare in scaduta quando entrano in azione a caccia di prede nel sottoriva a meno di un metro dalla battigia.

Una seconda fascia in cui lanciare una seconda canna è sicuramente sulla media distanza, ad una sessantina di metri dove sono alte le probabilità di finire in qualche buca o canalone, ricchi di sedimenti. Infine si può provare a sondare l’ultima fascia sulla lunga distanza, dove è probabile catturare mormore e orate.

Prima di arrivare a Voltri, venendo da levante, un’altra spiaggia molto amata dai surfcasters è Multedo. Qui la spiaggia si divide in due aree per la presenza di un molo, e rappresenta un’ottima soluzione in quelle giornate di mare molto mosso poiché per una parte a ovest è riparata dalla diga del porto. Le catture più frequenti sono di orate e cefali, ma questo spot regala le emozioni più belle quando il mare è in scaduta.

Spostandosi più a ponente, ci sono altri spot di pesca interessanti: ArenzanoCogoletoAlbisola e la famosa spiaggia di Spotorno.

UNO SGUARDO A LEVANTE

Nella riviera di Levante invece, una delle mete più ambite è Levanto, dove la spiaggia è interamente sabbiosa e si estende per tutto il golfo. Per arrivarci occorre prendere l’autostrada e uscire a Carrodano, poi seguire le indicazioni per Levanto. La strada inizialmente si inoltra in mezzo alle montagne per poi scendere progressivamente. A quel punto bisogna seguire le indicazioni per il centro e infine per il parcheggio, segnalato da appositi cartelli, che vi condurranno fino al lungomare dove poter posteggiare la propria auto e scendere subito in spiaggia.

La parte che appaga solitamente di più è quella a ovest, dove la spiaggia rientra leggermente. Questa spiaggia è molto famosa per la pesca alle mormore, che raggiungono una buona taglia nel mese di agosto, che rimane il mese più redditizio sotto questo punto di vista. Non manca inoltre un’assidua presenza di pesci predatori come serra e branzini.

Grazie ai numerosissimi spot possibili, in Liguria il surfcasting è una tecnica di pesca che continuerà ad esistere sempre.

Pronti per andare a pesca? Diamo uno sguardo alle esche da impiegare nell’articolo “Pesca surfcasting, la scelta dell’esca”:https://www.ligurianautica.com/rubriche/esca-surfcasting/

Stefano Suriano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione