Un film al mare – Operazione Sottoveste, una commedia “sottomarina”

Un nuovo consiglio cinematografico dallo staff di nientepopcorn.it , questa volta una commedia con Tony Curtis e Tony Grant, ambientata negli "abissi" della seconda guerra mondiale

operazione sottoveste_01Spesso, nella storia del cinema, i sommergibili sono stati protagonisti di epiche imprese belliche e, allo stesso tempo, di profondi conflitti umani: la ristrettezza degli spazi praticabili e la convivenza forzata comportano la naturale esacerbazione degli animi e solo l’autocontrollo e la disciplina degli occupanti, qui come in una navicella spaziale, per esempio, può favorire una quieta convivenza.
La rilettura in chiave disimpegnata degli elementi tipici del cinema di guerra con ambientazione sottomarina è il punto di forza della commedia “Operazione sottoveste” (1959) diretta da Blake Edwards (“Colazione da Tiffany”, 1961): durante la Seconda Guerra Mondiale, mentre il conflitto bellico si svolge anche al largo delle coste del Pacifico con il coinvolgimento degli eserciti americano e giapponese, un vetusto sottomarino a stelle e strisce, il Sea Tiger, rimane gravemente danneggiato in seguito ad un bombardamento aereo. Contrariamente ad ogni buona logica, invece di abbandonare il natante al suo destino, il comandante Matt T. Sherman (Cary Grant) è intenzionato a rimetterlo in sesto quanto basta per farlo attraccare in un porto sicuro controllato dall’esercito e provvedere alle riparazioni. Grazie alla collaborazione del suo vice Nicholas Holden (Tony Curtis), uomo ricco ed annoiato ma particolarmente abile nel risolvere situazioni diplomaticamente complesse, il sommergibile riceve gli equipaggiamenti necessari per la traversata e viene parzialmente rimesso in sesto e ridipinto alla bell’e meglio.
Il viaggio, però, non sarà privo di avventure tragicomiche e di sorprese, come la messa in salvo di cinque soldatesse ed un duplice parto sottocoperta.

 

operazione sottoveste_02UNA GUSTOSA COMMEDIA UN PO’ DATATA
Il film di Edwards è un classico della commedia americana, forte di una sceneggiatura scoppiettante, agrodolce e stereotipata, ma di sicuro effetto comico scritta da due veterani del genere, Stanley Shapiro (“Il visone sulla pelle”, 1962) e Maurice Richlin (“La pantera rosa”, 1963). Mentre Tony Curtis indossa egregiamente la consueta maschera dello sciupafemmine gigione, il solido Cary Grant lo asseconda sornione, mostrando un’ampia gamma di espressioni d’antologia, dando vita a gustosi siparietti… sotto il pelo dell’acqua.Tra le battute più celebri del film: “Avvistata portaerei, affondato camion”.
Curiosità: alla fine degli anni Settanta, la rete ABC produsse due stagioni di una serie tv ispirata alle vicende del film. Nel cast, oltre a John Astin (il celebre Gomez de “La Famiglia Addams” televisiva), compariva anche Jamie Lee Curtis, la primogenita di Tony Curtis.

OPERAZIONE SOTTOVESTE (Operation Petticoat), 1959
Scheda-film su Nientepopcorn.it: http://www.nientepopcorn.it/film/operation-petticoat/
Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=B_6CKOM4pGI
Voto: 4 àncore su 5

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 commento

  1. Riccardo Paba ha detto:

    Da mandare in tandem con l’altro piccolo capolavoro “Il gran lupo chiama” “papa’ cicogna”, sempre interpretato dal grande Cary, sempre lo scenario del pacifico in guerra con il sol levante…….

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione