Addio a Paolo Messina: grande folla a Boccadasse per i funerali dell’armatore genovese

L'armatore si è spento a 76 anni dopo una lunga malattia

5 marzo 2019 | di Andrea Carozzi
Paolo Messina
Paolo Messina

Si sono tenuti martedì 5 marzo nella splendida chiesa di Sant’Antonio di Boccadasse i funerali di Paolo Messina, l’armatore genovese di 76 anni scomparso domenica 3 marzo all’ospedale San Martino di Genova, dopo aver lottato contro una lunga malattia. Per salutarlo per l’ultima volta sono accorse centinaia di persone, tra cui molti esponenti del mondo portuale genovese e il viceministro dei trasporti, Edoardo Rixi.

Paolo Messina ha incarnato lo spirito commerciale del Gruppo Messina, gestendo i rapporti con la clientela che la compagnia ha sviluppato a livello internazionale. “Si era occupato costantemente della gestione commerciale e dei rapporti con la clientela in tutto il mondo, diventando negli anni una bandiera della compagnia in grado di trasmettere affidabilità e professionalità”, così la società di shipping ha saluto l’armatore con una nota diffusa ieri a poche ore dalla morte. Messina lascia tre figli, Stefano, Federica ed Emanuele, la moglie Gabriella e otto nipoti.

Grande tifoso del Genoa e amante della bella vita, l’armatore genovese ha seguito le partite del Grifone in tribuna d’onore fino a poche settimane prima del ricovero. Il Gruppo Messina, che oggi conta oltre mille dipendenti in tutto il mondo, rappresenta l’ultima compagnia di shipping appartenente alle grandi dinastie genovesi: i Bibolini, i Costa, i Lolli Ghetti, i Fassio e i Ravano. La flotta del Gruppo Messina è composta da otto navi ro/ro portacontenitori di ultima generazione, che servono 40 diversi Paesi, attraccando in oltre 50 porti.

Anche il governatore della Liguria Giovanni Toti ha voluto ricordare la figura dell’armatore genovese con un messaggio di condoglianze a nome di tutta la giunta regionale. “La scomparsa di Paolo Messina -ha sottolineato- è un grave lutto per Genova e tutton il mondo dello shipping. La Regione Liguria è vicina alla famiglia, che tanto ha fatto e continua a fare per la nostra regione”.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione