Aspettando Costa Smeralda il porto di Savona rinnova le sue banchine e il Palacrociere

Taglio del nastro per la “rinnovata” banchina Calata delle Vele e per il terminal 1 del Palacrociere. Per il porto storico di Savona investimento di 22 milioni di euro

14 novembre 2019 | di Giuseppe Orrù
Il governatore della Liguria Giovanni Toti al taglio del nastro
Il governatore della Liguria Giovanni Toti al taglio del nastro

Con la cerimonia del taglio del nastro, giovedì 14 novembre è stata ufficialmente inaugurata la “rinnovata” banchina Calata delle Vele, dedicata alle crociere nel porto storico di Savona, insieme al terminal 1 del Palacrociere. L’investimento complessivo per il rinnovo della banchina, a cura dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale, e del terminal, eseguito invece da Costa Crociere, è di circa 22 milioni di euro.

I lavori, che hanno garantito alla principale banchina dedicata agli accosti crocieristici di adeguarsi alle esigenze delle navi di nuova generazione, sono stati completati nei tempi previsti. Costa Crociere è ritornata così ad avere a disposizione il suo approdo storico, che da una quindicina di anni ha visto sbarcare stabilmente nel centro storico della città della Torretta milioni di passeggeri, facendo dell’hub di Savona uno dei principali porti crocieristici in Italia e in Europa.

LE BANCHINE

Per consentire alla banchina di accogliere le navi da crociera di ultima costruzione è stato necessario portare i fondali dai -9 metri iniziali ai -11, con un intervento di consolidamento delle banchine 9 e 10 e la realizzazione di un impalcato sostenuto da colonne sul fronte della banchina 8. Per i lavori, che hanno rispettato il cronoprogramma rendendo possibile l’attracco dell’ammiraglia Costa Diadema, l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale ha investito ben 17 milioni di euro.

L’attenzione al settore delle crociere – sottolinea Paolo Emilio Signorini, presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale – è una priorità dell’Autorità di Sistema. Priorità condivisa con Costa Crociere che ha sostenuto considerevoli investimenti per adeguare le strutture di accoglienza del suo home port, rappresentando questo un ulteriore tappa di successo nel solco della proficua collaborazione che c’è sempre stata“.

Savona e Genova prosegue Signorini – sono nella top 10 dei porti italiani con un trend positivo per l’anno in corso e con previsioni ottime per il 2020 che rafforzano questa tendenza, portando addirittura la Liguria ad essere la prima regione italiana per numero di crocieristi accolti. Gli sforzi fatti per parte di Autorità di Sistema e della compagnia Costa Crociere sono una conferma importante, arrivata alla fine di un anno difficile che ha visto tutte le istituzioni impegnate a ripartire con slancio dopo il crollo del Ponte Morandi“.

IL PALACROCIERE

Costa Crociere ha investito complessivamente quasi 5 milioni di euro per i lavori di adeguamento al terminal 1 del Palacrociere. I cantieri all’interno della struttura sono stati affidati, tramite gare di appalto, a sei aziende del savonese. Hanno riguardato la riorganizzazione del salone di ingresso, dove è stata rimossa la fontana, ristrutturato il bancone della reception ed allargata la parte retrostante dedicata ai controlli di sicurezza per l’imbarco dei crocieristi, dotata di quattro macchine ai raggi X.

Sempre per regolare l’aumento del flusso, una parte della terrazza, circa 130 metri quadrati, è stata coperta con una struttura in vetro e verrà utilizzata come area di accesso per i crocieristi in transito, con ulteriori quattro macchine ai raggi X.  È stata inoltre completamente rivista anche la segnaletica ed è stato costruito un bridge di collegamento tra i due piani rialzati.

L’investimento più consistente ha riguardato però i due “finger”, ovvero i passaggi sospesi che collegano il terminal alla nave. Si tratta di strutture in metallo e vetro, del peso di 96 tonnellate, della dimensione di 30 metri per 10 e 18 metri di altezza. Infine, per regolare in maniera più efficiente e sicura il flusso pedonale in via Gramsci, in prossimità dell’attraversament di fronte al ponte mobile della Darsena, Costa Crociere finanzierà l’acquisto e l’installazione di un nuovo impianto semaforico “a chiamata”.

L’inaugurazione di queste nuove infrastrutture portuali – spiega Neil Palomba, direttore generale di Costa Crociere – frutto della proficua collaborazione con l’Autorità di Sistema Portuale, rappresenta un consolidamento dei nostri piani di sviluppo strategico a Savona. I lavori al terminal e alla banchina consentiranno infatti di accogliere al meglio Costa Smeralda, la nostra nuova ammiraglia alimentata a LNG”.

“Siamo lieti – conclude Palomba – di portare questa tecnologia innovativa, in cui abbiamo creduto per primi, proprio a Savona, una città a cui siamo molto legati da oltre 20 anni. Grazie all’arrivo di Costa Smeralda nel 2020 prevediamo una nuova crescita del nostro traffico a Savona, con 900 mila passeggeri movimentati“.

I lavori alla banchina e al terminal 1 del Palacrociere sono stati effettuati, appunto, in previsione dell’arrivo di Costa Smeralda, nuova ammiraglia che a partire dal 21 dicembre farà scalo a Savona tutti i sabati. Costa Smeralda rappresenta una vera e propria svolta sul piano della minimizzazione dell’impatto ambientale, perché sarà alimentata, sia in porto sia in navigazione, a gas naturale liquefatto (LNG), il combustibile fossile più pulito al mondo.

 

Giuseppe Orrù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione