RINA attesta l’efficienza energetica della flotta Grimaldi: sempre meno emissioni di CO2

RINA e il Gruppo Grimaldi continuano a validare ed esplorare soluzioni innovative per il contenimento delle emissioni, nell’ambito del processo di transizione energetica

14 Maggio 2021 | di Giuseppe Orrù
navi abbattimento emissioni di CO2
La Eco Livorno, nave di ultima generazione di Grimaldi

Le navi Grimaldi fanno un ulteriore balzo in avanti nell’abbattimento delle emissioni di CO2. L’ultima generazione di navi ro-ro della classe GG5G (Grimaldi Green 5th Generation) costruite per il Gruppo Grimaldi ha, infatti, performance di abbattimento delle emissioni di CO2 sette volte migliori rispetto alle navi delle generazioni precedenti, secondo uno studio approfondito validato dal RINA, relativo al calcolo degli indici di efficienza energetica di navi ro-ro appartenenti a diverse classi.

L’assessment ha valutato le emissioni di CO2 in termini di chilogrammi per distanza (miglia) e per capacità di carico (trailer). Il rilevamento dei dati è stato effettuato su specifiche navi ro-ro e su singole unità rappresentative di intere classi, tra cui Aysha, Eurocargo Trieste, Eurocargo Valencia (classe Visentini), Eurocargo Palermo (classe Hyundai) e la più recente Eco Livorno (classe GG5G).

RINA e il Gruppo Grimaldi continuano a validare ed esplorare soluzioni innovative per il contenimento delle emissioni, nell’ambito del processo di transizione energetica che il mondo dello shipping sta mettendo in atto. Secondo gli obiettivi dell’IMO, infatti, è previsto un abbattimento delle emissioni totali annue di gas serra prodotte dai trasporti marittimi di almeno il 50% entro il 2050 rispetto ai livelli del 2008.

In particolare, con la recente entrata in servizio delle Eco Valencia, Eco Barcelona, Eco Livorno ed Eco Savona, prime quattro navi ro-ro ibride di 12 unità commissionate al cantiere cinese Jinling, il Gruppo Grimaldi conferma il costante impegno nell’investire su soluzioni tecnologiche innovative, tra le quali l’uso di mega batterie installate a bordo e messe in funzione durante le soste in porto, il dispositivo Air Lubrication System (ALS) per ridurre la resistenza d’attrito della carena, pannelli solari, la gestione intelligente dei picchi di consumi energetici e il Waste Heat Recovery.

L’analisi eseguita per il Gruppo Grimaldi – ha commentato Giosué Vezzuto, Executive Vice President Marine RINA – è fondamentale per far sì che l’armatore abbia un controllo costante dei consumi e delle performance energetiche della sua flotta. L’obiettivo non è il solo rispetto delle attuali normative internazionali, ma anche avvicinarsi progressivamente a parametri più ecosostenibili. Contribuire, dunque, alla decarbonizzazione e alla riduzione delle emissioni, in modo da rispondere agli ambiziosi traguardi ESG, su cui già da tempo sia il RINA sia il Gruppo Grimaldi hanno iniziato a investire“.

Siamo particolarmente soddisfatti – ha aggiunto l’amministratore delegato del Gruppo partenopeo, Emanuele Grimaldi della validazione effettuata da RINA perché prova l’efficacia della nostra scelta di investire in questa nuova generazione di navi ro-ro. Si conferma così che le navi della classe GG5G, oltre ad essere le unità ro-ro per il trasporto di corto raggio più grandi al mondo, sono anche di gran lunga le più ecosostenibili“.

 

Giuseppe Orrù

Argomenti: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione