Tankoa Yachts e le costruzioni on spec: al via due nuovi progetti

L'obiettivo del prestigioso cantiere di La Spezia è quello di iniziare una nuova costruzione ogni volta che viene effettuata una vendita

26 giugno 2018 | di Manuela Sciandra
Tankoa S502 Elettra
Tankoa S502 Elettra

Presso la facility di carpenteria di Tankoa Yachts, a La Spezia, è iniziata la costruzione on spec di due nuovi progetti di 50 metri interamente in alluminio, entrambi sisterships del modello S501, presentato ufficialmente all’ultimo Monaco Yacht Show e il cui design esterno porta la firma di Francesco Paszkowski.

Tre i fattori principali che hanno convinto l’azienda a iniziare la costruzione on spec. In primo luogo il grande successo ottenuto dal 50 metri Vertige (modello S501) e la rapida vendita della sistership a propulsione ibrida S502 Elettra che è attualmente in costruzione e il cui varo è previsto a febbraio 2019 (per la consegna si dovrà aspettare fino a maggio).

Altro fattore importante è stata poi la costante richiesta a livello mondiale di modelli simili, che evidenzia chiaramente non soltanto l’ampio potenziale della linea S501 ma anche il crescente desiderio da parte dei clienti di tempi di consegna più rapidi possibili.

Infine, non bisogna dimenticare lo straordinario successo riscosso da Vertige nell’ambito del charter fin dalla sua consegna lo scorso anno: il motor yacht ha lavorato senza problemi per oltre 20 settimane percorrendo più di 12.000 miglia tra il Mediterraneo e i Caraibi. Anche il modello S502 Elettra è nato come un progetto on spec ma è stato venduto rapidamente a un armatore europeo lo scorso aprile.

“Costruire on spec -ha dichiarato il general manager di Tankoa, Edoardo Ratto rappresenta un importante investimento per un cantiere finanziariamente solido e senza debiti, ma assume soprattutto una valenza strategica perché riduce i tempi di consegna. Molti armatori non si interessano, durante i primi 6-8 mesi, alla realizzazione dello scafo e delle sovrastrutture, ma desiderano essere coinvolti nella scelta del layout e del décor interno, oltre che nella definizione delle caratteristiche e dell’equipaggiamento, un aspetto -ha sottolineato- che viene deciso quando i lavori di carpenteria sono già molto avanzati”.

I due nuovi super yacht sotto i 500GT, lo Scafo#5 modello S501 e lo Scafo#6 modello S502 Elettra, replicano il dinamico ed elegante stile esterno dei loro predecessori basandosi sulla stessa piattaforma navale. I piani generali sono simili e comprendono terrazze apribili nella suite armatoriale (situata nella sezione prodiera del ponte principale), il garage del tender con alaggio laterale e lo spazioso beach club (entrambi a poppa). Tuttavia i futuri clienti potranno adattare su misura sia il layout interno sia quello esterno.

Lo Scafo#5 sarà motorizzato con propulsione diesel convenzionale, mentre lo Scafo#6 avrà una propulsione ibrida sviluppata in collaborazione con il Diesel Center di La Spezia. Come sulla sua sistership, le modalità propulsive saranno di quattro tipi: diesel-elettrica, totalmente elettrica, diesel tradizionale e modalità full-speed.

“Poiché il mercato si sta muovendo in quella direzione, come dimostrano gli investimenti che le case motoristiche stanno effettuando nelle soluzioni ibride -ha affermato Ratto- abbiamo deciso tre anni fa di guardare avanti e costruire il primo 50m ‘Elettra’ con propulsione ibrida, offrendo prestazioni eccellenti e autonomia combinate a emissioni ridotte e una crociera più tranquilla. Adesso -ha spiegato il general manager di Tankoa- tutto dipende dai desideri del cliente”.

La costruzione dei due scafi è iniziata la prima settimana di maggio e la consegna di entrambi gli yacht avverrà entro l’estate 2020. Per il sales & marketing director Michel Karsenti, la costruzione on spec di questo particolare modello risulta una formula vincente.

“Nel mercato odierno -ha ricordato- i clienti facoltosi non vogliono più aspettare tutto il tempo necessario per la costruzione di uno yacht sotto i 500 GRT partendo fin dal primo schizzo. Per questo la costruzione on spec è una soluzione fantastica sotto diversi aspetti. Il cliente non solo può venire da noi e vedere la propria futura barca in una fase costruttiva già avanzata ma anche scegliere il décor e il layout per poi ottenere la consegna la stagione successiva”.

“Un altro aspetto importante -ha aggiunto Karsenti- oltre ad avere una barca già a metà del suo percorso costruttivo, è che i clienti non si dovranno preoccupare delle garanzie bancarie. Tankoa ha una tale solidità da gestire i processi finanziari senza che l’armatore debba occuparsene. In questo caso è il cantiere ad assumersi il rischio utilizzando la propria liquidità. Seguendo questo nuovo programma di costruzioni on spec, l’obiettivo -ha concluso il sales & marketing director dell’azienda- è di iniziare una nuova costruzione ogni volta che viene effettuata una vendita”.

Potrebbe interessarti anche

Mercato nautica

Superyacht: da Tankoa arriva il nuovo S801

  • 4 dicembre 2014

L’S801, che il cantiere ama chiamare “Ali d’Oro”, è il risultato di una visione Francesco Paszkowski dell’interpretazione della più famosa e bella nave in Italia di tutti i tempi, l’Amerigo Vespucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione