La Polisportiva Anpi Molassana 2000 si qualifica per i Campionati italiani invernali di nuoto sincronizzato

Inquadrato come disciplina tecnico-combinatoria, il nuoto sincronizzato è uno sport acquatico in cui gli atleti eseguono esercizi coreografici in sincronia con la musica

7 febbraio 2019 | di Gaetano Tappino
Polisportiva Anpi Molassana 2000 asd nuoto sincronizzato - squadra
La squadra di nuoto sincronizzato della Polisportiva Anpi Molassana 2000 asd

Nel complesso sportivo della Sciorba, grazie all’attività svolta dalla Polisportiva Anpi Molassana 2000 asd, viene introdotto nel 1996 il nuoto sincronizzato. Questo sport comporta per le atlete un continuo impegno fisico e mentale per riuscire a sincronizzare in acqua i movimenti del corpo con i tempi della musica, il tutto praticando una particolare e prolungata apnea sotto sforzo.

Da allora la squadra agonistica ha iniziato a crescere sia nel numero di atlete sia nei risultati: grazie all’impegno dello staff, capitanato dalla presidente Giuliana Francia, oggi il settore sincro vanta 80 atlete dai sei anni in sù, suddivise nei settori propaganda, agonistico e, negli ultimi anni, anche master.

Domenica 3 febbraio, nella piscina di Savona, tempio del sincro italiano la cui squadra primeggia a livello nazionale, si sono svolte le qualificazioni per i Campionati italiani invernali di Roma del 13 aprile. Nella vasca hanno espresso il loro talento 50 atlete di varie città, nate tra il 2007 e il 2008. La Polisportiva Anpi ha esordito con la conferma della campionessa regionale Chiara Guarnotta, salita sul gradino più alto del podio insieme alle sue compagne di squadra Sara Bocchinu (argento) e Matilde Testino (bronzo), mentre Margherita Olmi ha rafforzato il suo forziere rientrando nelle 10 atlete che l’Anpi ha qualificato per la competizione di aprile. 

Polisportiva Anpi Molassana 2000 asd nuoto sincronizzato - Matilde Testino, Sara Bocchinu e Chiara Guarnotta (podio)

Matilde Testino, Sara Bocchinu e Chiara Guarnotta (podio)

L’impegno dei genitori e delle allieve ha dato i suoi frutti ma questo risultato non sarebbe stato possibile senza l’importante contributo dello staff e delle allenatrici, tra cui Arianna Tappino e il responsabile tecnico Manuela Medica, ex atlete che da anni dedicano tutta la loro esperienza, passione e dedizione a questo sport, infondendo nelle giovani atlete il desiderio di crescere.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche

Vela

Novembre, tempo di traversata atlantica

  • Foto
  • 12 novembre 2015

Il mese di novembre è ideale per partire dal Vecchio Continente alla volta dei Caraibi o del Sud America attraversando l'Atlantico. Si parte da Gibilterra e si fa scalo alle Canarie o a Capo Verde, quindi da lì si compie il grande salto oceanico. Un sogno nel cassetto di molti velisti e oggi veramente alla portata di tutti.

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione