Da 7,5 a 22,5 metri per lavare ogni angolo del ponte: il tubo estensibile Blue Python è un valido alleato per la pulizia della barca

Abbiamo provato la manichetta estensibile Blue Python, un tubo a triplo strato, in grado di resistere fino a 10 bar di pressione. Il suo terminale offre otto differenti getti, utili per pulire la coperta

30 Dicembre 2019 | di Giuseppe Orrù

Dopo ogni uscita in mare è buona norma lavare la barca e soprattutto il ponte, dove sabbia, acqua di mare, oppure resti dovuti a un combattimento durante una battuta di pesca, o ancora altri elementi, possono averlo sporcato durante l’uscita in mare. E’ fondamentale, inoltre, sciacquare il piede del motore con acqua dolce, dopo averlo alzato con il trim.

Una volta arrivati in banchina, quindi, la nostra fida colonnina è pronta a erogare l’acqua per prenderci cura della barca, prima di darle appuntamento alla prossima uscita. Si pone però il problema di portare l’acqua in ogni punto del ponte, soprattutto se l’ormeggio non avviene all’inglese, ma è di prua o di poppa.

Abbiamo provato il tubo estensibile Blue Python, una manichetta fabbricata con un nuovo tessuto esterno a maglia più spessa (5000 denari) e un tubo interno in lattice a doppio strato, che consentono di resistere a pressioni fino a 10 bar. E’ progettato per non torcersi e non aggrovigliarsi, evitando così la fastidiosa chiusura del flusso d’acqua.

Dopo l’uso ritorna alle dimensioni originali. E sono proprio le dimensioni a contare, soprattutto in barca, dove servono diversi metri di manichetta, ma anche volumi contenuti per poterlo stivare. Il tubo Blue Python, infatti, è in grado di estendersi da una lunghezza a riposo di 7,5 metri, fino a 22,5 metri quando è in trazione.

Dotato di un connettore rapido maschio/maschio, punta della valvola universale 1/2 “- 3/4” e una pistola a spruzzo a 8 getti, il tubo estensibile Blue Python è distribuito in Italia da Forniture Nautiche Italiane, azienda specializzata nella vendita all’ingrosso di articoli nautici. Per acquistare questi accessori è possibile rivolgersi ai principali negozi di accessori nautici.

LA PROVA DI LN

Il primo elemento che colpisce del tubo Blue Python sono le piccole dimensioni della sua confezione, che permette di stivarlo agevolmente in qualche gavone durante la navigazione. Ma una volta collegato alla colonnina della banchina, ecco che allora è in grado di triplicare la sua lunghezza senza alcuno sforzo.

Anche se usato a bordo di un natante, 22,5 metri di lunghezza non vi sembrino troppi. Sicuramente permettono di spostarsi agevolmente da poppa a prua, lavare il ponte, il piede del motore, le plancette di poppa (anche se siete ormeggiati di prua), e di girare comodamente intorno alla tuga.

I punti in cui portare l’acqua sono davvero tanti. Oltre a pulire il ponte, se siete accaniti pescatori dovrete anche pulire le murate, il bottazzo o le vasche del vivo, al termine di una battuta di pesca. Se invece dobbiamo lavare il ponte di un’imbarcazione, allora tutta la lunghezza del Blue Python diventa particolarmente importante.

Oltre alla lunghezza, che permette di portare l’acqua in ogni punto della barca, un altro punto di forza è la pressione che è in grado di sprigionare, grazie alla sua pistola a spruzzo. Selezionando uno tra gli 8 diversi getti, possiamo erogare l’acqua nel modo e con la pressione più opportuna in quel momento: dal getto a doccia per sciacquare un materassino utilizzato per il bagno al largo, fino al getto più stretto e intenso per rimuovere lo sporco ostinato dal ponte.

Tutto questo senza mai dover tornare indietro per districare nodi o una matassa creata dalle tradizionali manichette e senza dover “liberare” il tubo da strozzature che impediscono all’acqua di uscire correttamente. Indispensabile in barca ma molto utile anche a terra.

 

Giuseppe Orrù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione