La barca col motore a idrogeno di Punch Hydrocells. Quanto costa e come si fa il “pieno”?

Duramax V8, prodotto da General Motors e attualmente distribuito da Punch Hydrocells, è il primo motore a essere ridisegnato come motore a idrogeno. Lo abbiamo visto al Salone Nautico di Genova

1 Ottobre 2021 | di Giuseppe Orrù

Al Salone Nautico di Genova abbiamo trovato il primo motore ridisegnato come motore a idrogeno: si chiama Duramax V8, è prodotto da General Motors ed è attualmente distribuito da Punch Hydrocells, azienda di Torino.

La continua ricerca della sostenibilità ambientale è il motivo per cui Punch Hydrocells ha avviato lo sviluppo di motori a combustione interna a idrogeno. I motori alimentati a idrogeno hanno un’impronta a zero emissioni di anidride carbonica, sfidando così apertamente i motori tradizionali e aggirando i gravi limiti della propulsione a batteria, che non sono facilmente adattabili per un uso marino.

Al 61° Salone Nautico di Genova il motore è stato montato sullo scafo Heritage 9.9 realizzato da Castagnola Yacht, azienda specializzata nella progettazione e costruzione di imbarcazioni classiche plananti. Castagnola ha saputo unire concetti innovativi e tradizionali nella sua produzione, dando vita ad esclusive barche in legno su misura.

Punch Torino progetta, integra e vende sistemi di accumulo e propulsione dell’energia basati su tecnologie a idrogeno e sistemi di controllo proprietari, algoritmi e software. In particolare, la divisione Punch Hydrocells mira a sviluppare, fornire e integrare sistemi di propulsione e accumulo di energia per l’utilizzo dell’idrogeno.

L’azienda piemontese crede, infatti, in un futuro a zero emissioni, in cui l’energia sarà prodotta da fonti rinnovabili e avrà l’idrogeno come uno dei suoi principali vettori. Il portafoglio Punch Hydrocells è composto da tre pilastri principali: H2-ICE (motori a combustione interna a idrogeno) FC (integrazione e controllo di celle a combustibile) e PSD (integrazione e controllo di sistemi di accumulo di energia a idrogeno), compreso lo sviluppo interno di elettronica e software.

L’obiettivo è creare una soluzione entry level che, con un investimento contenuto, permetta la transizione verso le tecnologie H2 e verso una maggiore decarbonizzazione. Attraverso partnership mirate, Punch Group vuole promuovere la diffusione di prodotti e tecnologie carbon neutral. Un esempio recente è la creazione dell’alleanza H2-ICE, volta a promuovere l’uso dell’idrogeno nei motori a combustione interna nel settore del trasporto pubblico. E nella nautica? Ne parliamo in questo video.

 

Video di Claudio Colombo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

1 commento

  1. Alberto De Simone ha detto:

    Non parla però dei costi a montare un motore a idrogeno, e le potenze in cv.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione