Steiner presenta la nuova serie di binocoli Navigator: abbiamo provato il 7X50 C

La serie Navigator viene ridisegnata da zero, sfruttando tutte le innovazioni tecnologiche plasmate continuamente nei laboratori di Steiner. Ecco la prova del Navigator 7x50 C della nuova serie

17 Luglio 2021 | di Giuseppe Orrù

Era difficile immaginarlo, invece i binocoli della serie Navigator di Steiner sono migliorati ulteriormente. Abbiamo provato il binocolo Steiner Navigator 7×50 C, quello con bussola integrata, per scoprire le novità.

Della qualità costruttiva di Steiner avevamo già parlato in passato. I binocoli prodotti dall’azienda tedesca, distribuiti in Italia dall’azienda Marine Pan Service di Civitavecchia, non sono soltanto uno status symbol, ma rappresentano la massima espressione delle tecnologie ottiche nella produzione di binocoli.

In passato avevamo provato il modello Navigator Pro 7×50 C, rimanendo favorevolmente colpiti per le sue doti marine e per la qualità costruttiva, che davano l’impressione di avere in mano un oggetto praticamente eterno.

Oggi la nuova serie Navigator si va a posizionare nella stessa fascia della precedente Navigator Pro. La serie Navigator vanta ormai una lunghissima tradizione, così forte da suggerire a Steiner di lasciare il nome pressoché invariato, ma ciò non dovrebbe trarre in inganno: la nuova serie Navigator fa parte di un progetto costruito da zero, proprio per non ledere il fascino che accompagna ogni nuova produzione dell’azienda tedesca.

Da Navigator Pro alla nuova Navigator cosa cambia? La prima novità, che si percepisce a prima vista, è il nuovo “Open bridge system“, un ponte di collegamento tra i due gruppi ottici che lascia dello spazio libero per consentire a mano e dita di trovare una presa più salda e articolata, anche con modalità d’impugnatura a una sola mano.

Anche la gommatura esterna è stata migliorata, con una trama a rilievo per consentire una presa più confortevole ed un grip eccellente in qualsiasi situazione meteo, grazie anche al materiale idrorepellente utilizzato.

Il gruppo ottico è stato completamente rivisitato, al punto da avvicinarsi alle ambite prerogative tecniche della serie professionale Commander. Un esempio? Il campo visivo a 1000 metri ora raggiunge 128 metri, contro i 123 metri della serie precedente.

Rispetto alla precedente serie, le dotazioni sono state a loro volta riviste, in particolare la borsa di trasporto, che si presenta più elegante e con apertura a zip decisamente più ergonomica per una più agevole estrazione del binocolo.

Anche i modelli con la bussola godono ora di ulteriori accorgimenti. Il sistema di smorzamento è stato totalmente ripensato per assicurare una migliore compensazione a ogni movimento del binocolo. Inoltre il pulsante per l’illuminazione è stato collocato in una posizione più strategica, per favorirne l’uso anche impugnando il binocolo con una mano sola.

Tutte le soluzioni che hanno da sempre collocato i binocoli Steiner in una fascia alta, d’eccellenza, sono state riconfermate anche in questa nuova serie. Tra queste la funzione autofocus, che non rende necessaria la regolazione della focale per tutti gli oggetti oltre i 20 metri. Restano anche la leggendaria robustezza in caso di impatto, la tenuta fino a una profondità di 5 metri e la capacità di sopportare una temperatura da -20°C a +70°C.

BINOCOLO STEINER NAVIGATOR 7X50 C – LA PROVA DI LN

Partiamo da un presupposto. Non importa che sia un natante o un megayacht: in barca ognuno dovrebbe avere un binocolo. Non certo per curiosare chi sta prendendo il sole sul ponte dello yacht ormeggiato in rada, ma per la sicurezza della navigazione.

Che ci si prepari ad un atterraggio, a rilevare un’unità potenzialmente in rotta di collisione o per definire il passaggio tra due boe, il binocolo è la naturale estensione della vista umana, che si pone tra l’occhio nudo e le strumentazioni elettroniche di bordo che segnalano altre unità in transito (come l’Ais) o la presenza di un ostacolo (come il radar).

Detto questo, scegliere Steiner significa scegliere il top di gamma. I binocoli Steiner sono celebri per essere tramandati tra generazioni di marittimi, per il semplice fatto che sono pressoché eterni. Ma al di là delle qualità costruttive, offrono gruppi ottici di qualità superiore, ideali per l’utilizzo in barca, quindi da un punto di osservazione in continuo movimento.

Di tutte le novità della nuova serie Navigator, che la rendono simile alla serie Navigator Pro, quella che abbiamo apprezzato di più è il ponte di collegamento tra i due gruppi ottici: Steiner ha creato uno spazio che prima non c’era e questo va a tutto vantaggio dell’impugnatura, che può avvenire anche solo con una mano.

E nonostante i binocoli Steiner siano oggetti di una certa dimensione e un certo peso (quello della prova pesa 1.040 grammi), non si ha mai la sensazione che possano scivolare di mano, merito anche della gommatura che li riveste, che garantisce un grip ottimo.

Per quanto riguarda l’utilizzo, infine, nulla da dire: si percepisce da subito di avere in mano un oggetto di ottima fattura. Non per niente ha 10 anni di garanzia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione