Vhf portatile Polmar Navy-012HP: trasmissioni fino a 6 Watt di potenza nel palmo di una mano

Abbiamo provato il Vhf portatile Polmar Navy-012HP, un apparato dalle dimensioni molto contenute ma decisamente potente. A differenza di molti concorrenti, infatti, trasmette a 6 Watt di potenza

24 Settembre 2020 | di Giuseppe Orrù

Dall’aspetto sembra un entry level. E in effetti lo è. Ma non sono da sottovalutare le potenzialità del Vhf portatile Navy-012HP di Polmar, un apparato di piccole dimensioni, ma con 6 Watt di potenza in trasmissione. Nel palmo di una mano avrete un concentrato di tecnologia e semplicità di utilizzo, senza dover rinunciare a nessuna delle funzioni che si richiedono ad un portatile nautico.

Lo abbiamo provato grazie a K2M, che lo distribuisce in Italia. La prima peculiarità è la potenza. Mentre la maggior parte dei portatili arriva a 5 Watt, il Polmar Navy-012HP trasmette a 6 Watt in alta potenza e a 1 Watt in bassa potenza. Il tutto in dimensioni contenute, tali da permettermi di impugnare comodamente la radio nel palmo di una mano.

In un dispositivo che pesa appena 202 grammi, alto meno di 10 centimetri (per la precisione 96 mm, ovviamente escludendo l’antenna), largo 61 mm e profondo 31 mm, troviamo il tasto per passare subito sul canale di chiamata d’emergenza 16, un ampio display retroilluminabile, funzione di blocco dei tasti, regolazione dello squelch in 8 livelli differenti con impostazione automatica o con possibilità di mantenerlo sempre aperto, funzione monitor per l’apertura momentanea dello squelch durante la fase di controllo di un canale.

Fondamentali, per chi utilizza il Vhf per lavoro, le funzioni dual-tri watch per il monitoraggio contemporaneo del canale 16 ed un canale operativo selezionato (le troviamo entrambe). Con la funzione tri-watch sarà possibile monitorare tre canali, il canale 16, il canale operativo selezionato e un terzo canale memorizzato come prioritario.

Con la funzione key beep, la radio emette un segnale acustico di conferma ogni volta che viene premuto un pulsante dell’apparato, mentre la funzione power save consente di risparmiare la carica del pacco batterie in maniera tale da aumentarne l’autonomia. La protezione dall’acqua è a livello IP-54 (protetto da polvere e spruzzi), quindi attenzione a non farlo cadere in mare, anche perché affonderebbe.

Il dispositivo viene fornito con un pacco batteria agli Ioni di Litio da 7,4V/1,5Ah, caricabatterie lento da tavolo, antenna, manuale d’uso in italiano e inglese e una custodia in tessuto che permette di proteggere il Vhf e dispone di una clip da cinghia sul retro.

LA PROVA DI LN – POLMAR NAVY-012HP

Per forma e dimensioni, il Polmar Navy-012HP sembrerebbe a prima vista un Vhf portatile di backup, da utilizzare soltanto per le comunicazioni tender-nave, oppure per comunicare con l’equipaggio durante lo sbarco in banchina per rifornire la cambusa.

In realtà merita un posto ben più rilevante in plancia, grazie ai suoi 6 Watt di potenza, che lo pongono un gradino sopra la stragrande maggioranza dei suoi concorrenti, soprattutto se consideriamo che si tratta di un primo prezzo. Per un natante potrebbe valere anche come unico dispositivo di bordo: un investimento da poche decine di euro per avere tanta sicurezza in più.

Il suo utilizzo è immediato e molto semplice. Per regolare alcuni parametri è disponibile un menù a cui si accede con una combinazione di tasti ma, una volta impostato secondo le proprie necessità, si avrà tutto a portata di mano, con un funzionamento intuitivo.

Apprezzabile la custodia che abbiamo trovato nella confezione, che, oltre a proteggere la radio, ci permette di agganciarla alla cintura dei pantaloni in sicurezza. E’ importante, infatti, che il Polmar Navy-012HP non cada in mare, perché altrimenti lo perderete: non è impermeabile e non galleggia. Ma a un entry level non si può chiedere tutto.

 

Giuseppe Orrù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

3 commenti

  1. Massimo Zamara ha detto:

    Ringrazio per il commento lasciato e più in basso può leggere la risposta in base alle prove fatte.
    Premetto che queste prove non le ho fatte di persona, come avrei voluto, per l’impossibilità di avere materialmente un apparato Navy-012HP, e questo a causa di quanto purtroppo sta accadendo in questi mesi.
    Ho però trovato un rivenditore competente e disponibile a poter fare questo, di seguito i risultati:
    “Durante la fase di scansione, se un segnale è presente in aria, la radio si ferma su questo canale e vi rimane per cinque secondi. Entro questi cinque secondi è possibile:
    -premere il tasto PTT per bloccare la scansione su quel canale e ascoltarne le relative comunicazioni ;
    -premere il tasto SCAN per interrompere volontariamente la scansione, perché non più d’interesse (la radio si riporterà sull’ultimo canale ascoltato perché, con maggiore probabilità, è quello che può interessare di più all’utilizzatore.)”.
    Parlando in generale, se la radio dovesse presentare delle anomalie, suggerirei il reset da effettuare da tastiera, come indicato al capitolo 10 del manuale d’uso, che riporta la radio come da impostazioni di fabbrica.
    Per sua comodità, riporto questa procedura:
    1. Spegnere l’apparato;
    2. Premere e tenere premuti i pulsanti MENU, DOWN e PTT;
    3. Accendere il ricetrasmettitore e premere il pulsante MENU;
    4. Spegnere nuovamente l’apparato e quindi riaccenderlo.
    Cordiali saluti,
    Customer Service
    K2m Srl

  2. Carlo ha detto:

    Complimenti per l’ottima recensione che mi ha convinto ad acquistarne uno. Ho notato un piccolo particolare e Vi chiedo cortesemente un aiuto. Durante la fase di ricerca con la funzione “scan”,una volta agganciato il canale e premendo il tasto scan o PTT per bloccare la scansione al fine di ascoltare quel determinato canale,il portatile,ritorna in automatico,sull’ultimo canale ascoltato. E’ normale oppure vi e’ un errore da parte mia? Grazie per un Vs.gradito riscontro.

    • Giuseppe Orrù ha detto:

      Gentilissimo Carlo, grazie per il suo commento. Sono lieto che abbia apprezzato la recensione. Quando il Vhf è in modalità Scan, la ricerca si ferma nel momento in cui viene trovato un canale in fase di trasmissione. In questo modo l’utente potrà ascoltare il messaggio trasmesso in quel momento, senza dover intervenire. Non appena la trasmissione sarà terminata, il Vhf ripartirà con la scansione dei canali. Mi pare di capire che lei, non appena sente un messaggio, prema il tasto Scan o il PTT per ascoltarlo. In realtà, così facendo, lei esce dalla modalità Scan e quindi riporta il Vhf al canale che aveva impostato precedentemente. Il mio consiglio, quindi, è di non premere tasti nel momento in cui il Vhf interrompe la scansione perchè trova un canale in trasmissione. Non appena la ricezione sarà terminata, la scansione riprenderà in modo automatico.
      Cordiali saluti

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione