A Porto Venere al via la seconda edizione di “Le Vele d’Epoca nel Golfo”

Il raduno-regata organizzato dall'AIVE è dedicato alle imbarcazioni a vela d'epoca (varate prima del 1950) e classiche (varate fino al 1975)

4 giugno 2019 | di Manuela Sciandra

Dal 7 al 9 giugno si terrà presso il suggestivo borgo ligure de Le Grazie, frazione del comune di Porto Venere, in provincia di La Spezia, la seconda edizione di “Le Vele d’Epoca nel Golfo“, il raduno-regata dedicato alle imbarcazioni a vela d’epoca e classiche organizzato dall’AIVE (Associazione Italiana Vele d’Epoca).

Tra le numerose imbarcazioni che parteciperanno all’evento, le tre barche-scuola della Marina Militare, Caroly (yawl di 23 m del 1948), Artica II (yawl del 1956 vincitore nello stesso anno della regata Torbay-Lisbona) e Grifone (5.50 Metri S.I. del 1963 partecipante alle Olimpiadi di Tokyo del 1964 e vincitore del Campionato del Mondo di classe nel 1965), l’8 Metri S.I. Margaret del 1926, Jalina e Ilda del 1946, Ardi del 1968, i Sangermani Dragonera e Alcyone, Alahis del 1972, il Camper & Nicholson Barbara del 1923, Skerry Gazell del 1935 e Golondrina del 1968.

Alle due regate in programma potranno prendere parte soltanto gli yacht in legno o metallo in possesso di certificato di stazza C.I.M. 2019 e varati prima del 1950 (yacht d’epoca) e fino al 1975 (yacht classici), nonché le loro repliche individuabili secondo quanto disposto dal “Regolamento per la stazza e le regate degli Yachts d’Epoca e Classici – C.I.M. 2018-2021”. Le barche appartenenti alla categoria “Spirit of Tradition“, giudicate ammissibili da una commissione fiduciaria del C.I.M. (Comitato Internazionale del Mediterraneo), la cui decisione non potrà essere impugnata, dovranno possedere il certificato IRC.

Le imbarcazioni che invece sceglieranno di partecipare alla veleggiata (in tempo reale) dovranno seguire le NIPAM (Norme internazionali per prevenire gli abbordi in Mare), come indicato nello specifico avviso di veleggiata. Gli yacht appartenenti alla categoria Swan (lo storico cantiere finlandese fondato nel 1966) dovranno presentare il certificato ORC. L’ammissione di altre tipologie di barche tradizionali (purché costruite in legno) o di altri modelli sarà invece oggetto di valutazione da parte del comitato organizzatore.

L’evento inizierà venerdì 7 giugno, con una giornata dedicata al completamento della registrazione delle barche. Sabato 8 giugno si svolgerà la prima regata, a cui seguirà l’inaugurazione della mostra “Una barca, un mare, una penna“, incentrata sulla storia del gozzo a vela latina Bianca del 1920, accompagnata da un aperitivo. In serata, nella pineta adiacente agli ormeggi con vista sul golfo, si terrà poi una grande cena conviviale per gli equipaggi seguita dalla presentazione del libro “A tradimento” di Alberto Cavanna e dalla proiezione delle foto della giornata a cura di FoReVel Spezia.

Infine, domenica 9 giugno, terminata la seconda regata, si svolgerà la cerimonia di premiazione, durante la quale ogni yacht iscritto riceverà una sciarpa dedicata all’evento, realizzata dagli artisti Federica Stricker e Franco Zappa ed un piatto ricordo.

Le imbarcazioni partecipanti potranno ormeggiare gratuitamente sulla banchina del borgo a partire dal 3 giugno fino alle 12 del 10 giugno. La manifestazione è promossa dall’AIVE, con la collaborazione tecnica del Circolo Velico La Spezia e del Cantiere Valdettaro ed il supporto dell’Associazione Vele Storiche Viareggio. Ospite dell’AIVE anche la onlus “Il Porto dei Piccoli“.

Programma

8 giugno

  • ore 13:00 partenza della prima regata
  • ore 18:30 Cantiere della Memoria: inaugurazione della mostra “Una barca, un mare, una penna”
  • ore 20:30 cena conviviale degli equipaggi
  • ore 21:30 zona antistante ormeggio Vele d’Epoca: presentazione del libro “A tradimento” di Alberto Cavanna e proiezione delle foto della giornata a cura di FoReVel Spezia

9 giugno

  • ore 12:00 partenza della seconda regata
  • ore 18:00 cerimonia di premiazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione