L’America’s Cup in tour per la Nuova Zelanda: dalle stelle alle stalle

L'America's Cup è stata fotografata nei luoghi iconici della Nuova Zelanda e tra le pecore

22 gennaio 2018 | di Ilaria Ugolini
America's cup in tour: in mezzo alle pecore
America's cup in tour: in mezzo alle pecore

Come tutti sanno nel 2017 Emirates Team New Zealand si è aggiudicata l’America’s Cup sconfiggendo 7-1 il defender Oracle Team USA nelle Isole Bermuda. Nel mese di ottobre il trofeo è stato portato in tour per tutte le regioni della Nuova Zelanda per dare la possibilità a tutti di poterlo ammirare dal vivo: dalla Bay of islands a nord di Auckland a Bluff nell’estremo sud. La coppa ha visitato yacht club, ricoveri per anziani, pub, negozi ed è stata fotografata con le icone principali del Paese, tra cui ovviamente le pecore!

Per i neozelandesi, infatti, Emirates Team New Zealand e l’America’s Cup rappresentano molti dei valori nazionali come il lavoro di squadra, il senso della sfida, l’atteggiamento positivo del “you can do it” e lo sforzo per raggiungere l’eccellenza.

Oggi l’America’s Cup si trova a Auckland presso il Royal New Zealand Yacht Squadron, lo yacht club più antico della Nuova Zelanda. Fondato nel 1851 da un piccolo gruppo di navigatori, è diventato negli anni uno dei club nautici più famosi al mondo. Il nome attuale deriva da un mandato della corona inglese: nel 1902 il principe Filippo duca di Edimburgo ne divenne il patrono.

Grazie ai successi ottenuti da Team New Zealand a San Diego nel 1995, Auckland nel marzo 2000 e Bermuda nel giugno 2017, oggi il Royal New Zealand Yacht vanta nella sua collezione anche il Louis Vuitton Trophy, la Thomas Lipton Cup, la Pell Cup, il Whitbread Trophy, l‘Admiral’s Cup, la Kenwood Cup, la One Ton Cup e la Champagne Mumm World Cup.

Sulle pareti del salone principale del Royal New Zealand Yacht Squadron sono esposti i modelli di alcuni degli yacht più illustri della storia della Nuova Zelanda: Rainbow, KZ 7, NZL 20, Steinlager 2, Fisher & Paykel, New Zealand Endeavour, Ceramco, Infidel, Shockwave, NZL 32, che hanno tutti partecipato a competizioni a livello internazionale collezionando diversi successi.

L’America’s Cup non rappresenta soltanto un motivo di orgoglio nazionale per la Nuova Zelanda ma anche una importante leva economica: negli otto anni in cui è stata ospitata presso il Royal New Zealand Yacht Squadron, ha portato, infatti, più di un miliardo di dollari nell’economia del Paese ed ha contribuito a far crescere una fiorente industria di costruzione e servizi alle imbarcazioni.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione