America's Cup: Team New Zealand è lo sfidante di Oracle

Strapotere kiwi, Luna Rossa battuta 7 a 1 ma Team Prada resta ai vertici della vela mondiale. Dal 7 settembre la sfida a Oracle

26 Agosto 2013 | di Redazione Liguria Nautica

Team New Zealand ha vinto la Louis Vuitton Cup ed è lo sfidante ufficiale della 34ma America’s Cup, contro Oracle, a partire dal 7 settembre. I kiwi hanno battuto Luna Rossa per 7 regate a 1, dimostrando che il gap della barca italiana era troppo grande da colmare.

 

Max Sirena e compagni ce l’hanno messa tutta, ma il poco tempo a disposizione dell’equipaggio italiano è stato decisivo contro i neozelandesi. Va anche detto però che il talento dei kiwi, a partire da Dean Barker, è cristallino: impressionante il controllo dell’AC 72, quasi pazzesca la sicurezza nella gestione della barca in ogni condizione. Su Luna Rossa tanta buona volontà, ma la montagna da scalare era troppo alta. Nulla da rimproverare al nostro equipaggio, a parte forse la scelta del timoniere, quel Chris Draper apparso costantemente in sofferenza a ogni partenza. Non possiamo certo dimenticare che si tratta della terza finale di Louis Vuitton Cup di Luna Rossa, una vittoria nel 2000, un dato che fa indubbiamente piacere e che colloca Team Prada ai vertici della vela mondiale senza alcun dubbio.

 

Team New Zealand ha strameritato questa vittoria ed è giusto così: l’equipaggio nettamente più forte ha adesso il diritto di sfidare Oracle in una battaglia che si annuncia senza esclusione di colpi. Concedetecelo: noi tifiamo Team New Zealand perché pensiamo che l’America’s Cup debba tornare sulla terra, con tanti sfidanti e barche alla portata di molti team, non un affare per pochi paperoni insomma. L’augurio è quello di vedere Dean Barker alzare la “Vecchia Brocca” per portarsela in Nuova Zelanda, con Luna Rossa challenge of record della prossima edizione. A proposito: gira voce che i neozelandesi siano rimasti affascinati da Trapani, nell’esperienza avuta durante gli Acts del 2007. Non è da escludere, in caso di vittoria kiwi, una tappa della prossima America’s Cup proprio in Sicilia.

 

Mauro Giuffrè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

1 commento

  1. sergio speranza ha detto:

    abbiamo voluto sperare, ma si è vista subito la diferenza .
    Il “decollo” ed il mantenimento in “volo” , dei Neozelandesi , era evidente e non lasciava dubbi sul risultato. Un po’ come la precedente edizione , cion un “volo”, del trimarano , entusiasmante.
    sergio

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione