Gaetano Mura e Italia a sud di Capo Verde

Tutto a bordo va per il meglio, anche se il pilota automatico di Italia ha fatto qualche capriccio nelle ultime ore costringendo Gaetano Mura a un po' di straordinario al timone

10 Novembre 2016 | di Redazione Liguria Nautica
Gaetano Mura è ormai giunto a due settimane di navigazione in Oceano e il suo Round the Globe Record procede per il meglio. Italia, ilclass 40 su cui naviga Mura, ha ormai superato l’arcipelago di Capo Verde e si godrà ancora alcuni giorni al sole prima dell’uscita dall’Aliseo e l’ingresso nel sud Atlantico.
Tutto a bordo va per il meglio, anche se il pilota automatico di Italia ha fatto qualche capriccio nelle ultime ore costringendo Gaetano Mura a un po’ di straordinario al timone e qualche acrobazia con l’onda formata dell’Oceano.

Il diario di bordo di Gaetano Mura

Coperta…tanto si riposerà poco stanotte, tanto vale che scrivo due righe, valgono doppio perché con quest’onda centrale le lettere sulla tastiera… è già ardua impresa.
Oggi pomeriggio in uscita dalle isole abbiamo avuto un problema al pilota automatico che mi ha costretto alla barra per ore. Potevo lasciare il timone solo qualche secondo perché la barca col problema al pilota partiva in straorza (quando la barca parte violentemente contro vento e avvittandosi su se stessa si sdraia) di continuo. Poi finalmente un’intuizione e con qualche acrobazia ho sistemato tutto. Un momento di gioia. Queste cose hanno una loro funzione è un po’ come quando ci si ammala, ti ricordi come era bello quando si stava bene.
Dopo il tramonto il vento ha cominciato a montare, ho preso una mano alla randa (riduzione di superficie velica) e cambiato la vela di prua. Ma il vento passa da 20 a 30 nodi con un mare disordinato. Prima siamo scesi da un’onda a 17 nodi di velocità, la barca accelera e se la cava benone, 10 minuti dopo il vento cala a 20 nodi ma l’onda frange ed è sempre quella dei 30 nodi. Italia è sotto invelata in quella condizione, l’onda arriva da dietro che facciamo appena 8/10 nodi la solleva, si avvita e parte all’orza sotto la nuova raffica incassando un bel ceffone sul giardinetto dell’onda incrociata …e poi si ricomincia
Je suis un peux fatiguè..….ma siamo felici perché un pilota automatico funzionante.
Buona Notte a tutti
Gaetano, Italia e il pilota automatico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione