Gaetano Mura si appresta a doppiare Capo di Buona Speranza

Dopo trentaquattro giorni dalla partenza da Gibilterra il velista sardo sta per lasciare l'Atlantico alla volta dell'Oceano Indiano

1 Dicembre 2016 | di Redazione Liguria Nautica

“L’aria del mattino è pungente, cosa di cui poco si preoccupano gli Albatros e gli altri uccelli che hanno continuato tutta notte a volteggiare sopra di noi, regolo un po’ le vele, spengo le luci di navigazione, faccio con gli occhi un giro rapido della coperta e rimango un po’ intontito a guardarmi intorno.” Queste sono le sensazioni di Gaetano Mura, il navigatore oceanico partito ormai da trentaquattro giorni da Gibilterra, mentre si appresta ad abbandonare l’oceano Atlantico alla volta di quello Indiano. Sabato o domenica il velista sardo doppierà infatti Capo di Buona Speranza, estremità meridionale dell’Africa a bordo di “Italia” il class40 progettato da Sam Manuard e costruito nel cantiere navale Bert Mauri di Rimini.

Negli ultimi quindici giorni Gaetano ha dovuto attivare il monitoraggio medico per un chiarimento su una lieve sintomatologia dolorosa nella parte bassa dell’emitorace destro, in quel momento Italia navigava in bolina larga a circa 390 miglia nautiche dalla costa brasiliana. Non è stato necessario alcun trattamento farmacologico e il problema, monitorato nei giorni successivi, si è risolto spontaneamente. Il contatto medico in tempo reale ha funzionato come previsto. Dopo questo piccolo inconveniente Gaetano ha proseguito poi nella sua rotta meridionale affrontando una situazione meteo sempre più complessa e navigando ai limiti della saccatura (la saccatura è un promontorio di bassa pressione che si infila tra due alte pressioni, in questo caso l’alta pressione formatasi a largo del Brasile e l’anticiclone di S.Elena.) per poi lasciarsi alle spalle il confine dell’alta pressione e agganciando un sistema meteorologico che lo farà accelerare verso sud fino al Capo di Buona Speranza che dovrebbe toccare entro la fine di questa settimana come riportato in apertura.

Gianluca Pedemonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione