La grande vela e la tutela del mare in Sardegna: il settembre dello Yacht Club Costa Smeralda

Con il mese di settembre si entra nel vivo delle regate, con i due classici eventi che dal 1984 vedono Rolex affiancare lo Yacht Club Costa Smeralda: la Maxi Yacht Rolex Cup & Rolex Maxi 72 World Championship e la Rolex Swan Cup. Ma si parlerà anche di ambiente con testimonial d’eccezione

6 settembre 2018 | di Giuseppe Orrù
Maxi Yacht Rolex Cup
Maxi Yacht Rolex Cup

Allo Yacht Club Costa Smeralda di Porto Cervo, in Sardegna, la grande vela è di casa da sempre, insieme a eventi che uniscono lo sport a glamour, mondanità e business. Con il mese di settembre si entra nel vivo delle regate, con i due classici eventi che dal 1984 vedono Rolex affiancare lo Yacht Club Costa Smeralda: la Maxi Yacht Rolex Cup & Rolex Maxi 72 World Championship (2-8 settembre) e la Rolex Swan Cup, evento biennale, giunto quest’anno alla sua 20ª edizione.

La Maxi Yacht Rolex Cup & Rolex Maxi 72 World Championship, organizzata insieme all’IMA, la classe internazionale dei maxi yacht, vedrà sfidarsi 43 imbarcazioni che coprono l’intera gamma degli scafi racing e racing-cruising sopra i 18,3 metri, suddivisi in differenti categorie sulla base delle caratteristiche tecniche e di performance, che si sfideranno fino a sabato.

La flotta spazia dagli imponenti J-Class, yacht dalla bellezza senza tempo usati per l’America’s Cup negli Anni ’30, ai più avanzati progetti allo stato dell’arte della tecnologia, quali i racer puri della Maxi 72 Class o il veloce quanto confortevole Baltic 130’ My Song, del socio dello YCCS Pier Luigi Loro Piana. Presenti come sempre anche i modernissimi Wally Yachts, tra i quali ha fatto il suo debutto a Porto Cervo l’ultimo nato della classe Wallycento, Tango. La combinazione tra competizioni ai massimi livelli ed eventi sociali esclusivi richiama ogni anno gli armatori dei maxi yacht in questo angolo del Mediterraneo.

Il 4 settembre lo Yacht Club Costa Smeralda è stato presente anche alla Mostra del Cinema di Venezia, con la conferenza stampa di presentazione della Film Unit della Fondazione One Ocean. Domenica 9 e lunedì 10 settembre a Porto Cervo sono in programma altre due giornate con focus sulla sostenibilità ambientale organizzate in collaborazione con il Comune di Arzachena. Domenica 9 settembre è previsto l’arrivo dello skipper Mauro Pelaschier che, nel ruolo di Ambassador della One Ocean Foundation, sta compiendo “un periplo per la salvaguardia dei mari” a bordo dello yacht a vela in legno Crivizza, come ha raccontato Liguria Nautica in questo servizio.

L’ex timoniere di Azzurra in America’s Cup arriverà a Cannigione accolto dalle imbarcazioni della scuola vela locale. Alla sera è previsto un incontro con i circoli velici della zona e le autorità locali con lo scopo di diffondere il codice etico Charta Smeralda e sensibilizzare la popolazione sulla tutela dell’ambiente marino e costiero. Lunedì 10 settembre si terrà poi allo YCCS una tavola rotonda con le più importanti realtà locali sui temi ambientali, con l’attenzione rivolta ad azioni e impegni concreti.

Contemporaneamente, dal 9 al 16 settembre, confluirà a Porto Cervo la flotta di 115 Swan per celebrare la 20ª edizione della Rolex Swan Cup – organizzata dallo YCCS in partnership con Rolex e il cantiere finlandese Nautor’s Swan, che segnò nel 1980 la prima edizione. Gli yacht presenti vanno dallo Swan 36, progettato da Sparkman & Stephens e varato nel 1968, agli Swan 115 disegnati da Germán Frers. Nel mezzo di una flotta composita, spicca la presenza di ben trenta S&S di cui ben dieci Swan 65. Molta attenzione si concentrerà anche sulla flotta di Swan One Design, i 42 che competeranno per il Campionato Europeo mentre i 45 e i ClubSwan 50 si contenderanno il Campionato Mondiale di classe.

Dal 19 al 22 settembre sarà poi la volta della Perini Navi Cup, che vedrà la presenza di circa 20 superyacht del celebre cantiere viareggino. La maggior parte regaterà con la formula staggered start (partenze ogni 2 minuti) e la flotta verrà suddivisa in due gruppi, Cruiser Racer e Corinthian Spirit, divisione che navigherà senza l’utilizzo dello spinnaker. Alcuni armatori saranno inoltre presenti con le loro navi Perini, sia a vela che a motore, per far parte di un evento unico nel suo genere, ricco di esclusivi momenti di intrattenimento studiati per tutti i partecipanti.

La stagione agonistica dello YCCS si concluderà infine con la Audi Italian Sailing League Final dal 27 al 30 settembre. Organizzata insieme alla Lega Italiana Vela e con il supporto di Audi, la regata vedrà competere le squadre di club che si sono selezionate nel corso della stagione. Si svolgerà come di consueto a bordo dei J/70 della flotta dello YCCS con prove brevi e veloci che determineranno lo yacht club campione italiano.

 

Giuseppe Orrù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione