La spunta Luna Rossa: nel weekend si torna in acqua per l’ultimo assalto alla Prada Cup

Le regate della Prada Cup riprendono il 20 febbraio. Dopo una pausa di 5 giorni, Luna Rossa e Ineos Team UK si contenderanno il ruolo di Challenger della 36ª America’s Cup. Agli italiani mancano solo 3 vittorie

19 Febbraio 2021 | di Giuseppe Orrù
Luna rossa torna in acqua alla Prada Cup
Luna Rossa torna in acqua per l'ultimo weekend di regate

Dopo essersi imposta in acqua, Luna Rossa Prada Pirelli l’ha spuntata anche a terra: si torna a regatare, dopo che il governo neozelandese ha ridotto l’allerta Covid dal livello 3 al livello 2, smontando così la diatriba tra il COR 36 e ACE, America’s Cup Events.

Questo fine settimana riprenderanno le regate della Prada Cup e, dopo una pausa di cinque giorni, si potrà conoscere chi sarà il Challenger della 36ª America’s Cup. Agli italiani mancano soltanto tre vittorie. Le regate sono in programma da sabato 20 febbraio (si comincerà quando in Italia saranno le 4 del mattino) ogni giorno, fino a quando un concorrente non raggiungerà le 7 vittorie, ma non si potrà andare oltre il 24 febbraio.

Gli italiani lo scorso weekend hanno dominato i primi due giorni di regata, posizionandosi al comando con il punteggio di 4 a zero. A poche ore dall’inizio delle ultime gare, ci si chiede se i valori in campo siano ancora quelli già visti. L’equipaggio italiano si è dimostrato forte in una ampia gamma di condizioni e ha fiducia nella velocità della barca, nella tattica e nelle comunicazioni.

LA PRADA CUP RIPRENDE DOPO LA PAUSA COVID

Una piccola pausa era prevista dal programma, lunedì scorso era riposo e martedì giorno di riserva, è diventata di cinque giorni. I team hanno passato le giornate ad allenarsi (consentito anche con l’allerta Covid a livello 3) o nel capannone a fare modifiche alle barche.

Le previsioni del vento indicano per sabato 20 febbraio una brezza da sud-ovest di con una base di 10 nodi e incrementi fino a 14 nodi e probabilmente sarà utilizzata l’area E. Sono condizioni in cui, sulla base delle sue prestazioni precedenti, Luna Rossa si è sempre trovata bene. Ineos al contrario ha faticato nelle bonacce, ma una velocità del vento a due cifre potrebbe essere buona per rimanere sui foil tutta la regata e combattere.

A LUNA ROSSA MANCANO SOLO TRE VITTORIE

Se Luna Rossa sarà in grado portare a casa altre due vittorie sabato per conquistare la PRADA Cup dovrà battere Ineos una volta domenica. Per domenica il vento previsto è più incerto, ma secondo alcuni modelli meteo il vento potrebbe cambiare di direzione e soffiare da nord con una base attorno ai dieci nodi e raffiche fino a 15. La riduzione dei campi di regata disponibili (B e C sono stati esclusi per evitare gruppi di oltre 100 persone) crea una ulteriore difficoltà per trovare il campo migliore. Le previsioni meteo si adattano al campo A, il più settentrionale e aperto del Golfo Hauraki e il Race director Iain Murray potrebbe sceglierlo.

INEOS SPERA IN UN VENTO PIU’ FORTE

Ancora una volta, le condizioni medio leggere potrebbero giocare a favore degli italiani, anche se una delle carte vincenti di Sir Ben Ainslie e Giles Scott è come sanno interpretare le condizioni variabili, i salti di vento. Con due vittorie entro la serata di domenica 21 febbraio, Ineos resterà in gara fino a lunedì, con previsioni di vento di 15 nodi da nord-est, più adatto alla barca inglese che potrebbe ricominciare a sperare.

Il Golfo Hauraki è noto per il meteo difficile da prevedere e mutevole, in particolare durante i mesi estivi, quando la massa di terra crea condizioni locali e brezze marine che possono cancellarsi a vicenda o combinare le forze per costruire un vento più intenso. In queste condizioni, se servirà regatare, più che dar fiducia al lavoro fatto sulle barche servirà tenere gli occhi aperti sul campo di regata.

Durante il week end sarà applicato il protocollo di livello 2 come indicato dai “Public Health Protocols” del Governo neozelandese. Questo significa che a terra non potranno radunarsi gruppi superiori a 100 persone. Questa indicazione ha comportato anche la sospensione di attività come il pre-race show, la proiezione delle regate sui grandi schermi e altri eventi pubblici. Per ridurre la possibilità che a terra ci siano grandi assembramenti di pubblico non saranno utilizzati i campi di regata B & C.

 

Giuseppe Orrù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione