Quando “buon tempo” non vuol dire sole e mare piatto: il racconto della “nostra” Millevele – Le foto di LN

Il campione di vela Andrea Henriquet ci porta "dentro" alla Millevele 2021

18 Settembre 2021 | di Andrea Henriquet

Quando si spera nel buon tempo per il Salone Nautico, tutti immaginano sole, mare piatto, calma di vento, tempo ideale. Tutti tranne chi ama la vela e partecipa alla “Millevele“. Sabato 18 settembre il Golfo di Genova ha ascoltato proprio loro, creando uno di quegli scenari che rende emozionante essere in mare, essere appassionati, essere velisti, essere genovesi: 10-15 nodi di scirocco, sereno ma non troppo, con quelle nuvole che si riflettono sull’onda corta di scirocco che comincia a fare le prime creste bianche, controluce e controvento su Punta Chiappa, il monte di Portofino e Camogli.

Bordo mure a dritta a terra, barca sbandata, i primi schizzi sulla prua della barca, incroci con chi viene fuori mure a sinistra, paradiso della vela, dal piccolo 8 metri al Supermaxi Kaoris 4 di passaggio, mentre il 2 partecipa al VOR della Ocean Race, barca del giro del mondo. Genova è questo, città di mare dei mille “carrugi”, dalla vela popolare a quella super Vip, che ha regalato, dopo l’annullamento dello scorso anno, una grande giornata di mare.

Non so chi vince, non mi interessa. I primi stanno già tornando con il vento in poppa, mentre gli ultimi faticano sull’onda corta. Chi fa il bordo a terra normalmente ha vantaggio sulla gestione degli angoli, riuscendo a sfruttare meglio i salti di vento. Chi, invece, bordeggia verso il largo ha un vento più costante e l’onda più proporzionata che rallenta meno, mentre l’onda corta del basso fondo diventa ripida e ti rallenta.

Poi, finalmente la poppa, che gestisci con bordi al lasco cercando di capire dove sono finiti i tuoi avversari, cercando di mediare tra pressione del vento, angoli e tattica di regata. Una grande giornata di mare, sperando che sia di stimolo sia per i giovanissimi dello Yacht Club Italiano, che hanno sfilato con gli Optimist all’interno del quartiere fieristico prima della partenza della Millevele, sia per i più grandi, che stanno scegliendo una barca che possa sfruttare al meglio questi scenari meravigliosi offerti da una giornata come questa.

 

Foto di Irene Rossini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione