Siete proprio sicuri di voler salpare? Da Marco Bruzzi “33 motivi per non andare in barca a vela”

Il navigatore Marco Bruzzi ha raccolto in un libro, pubblicato da Edizioni il Frangente, i principali punti con cui devono fare i conti i neofiti delle crociere in barca a vela. E voi siete disposti a passarci sopra?

14 Ottobre 2020 | di Giuseppe Orrù
La copertina del libro

Quasi sempre, quando si ascoltano i racconti di una vacanza in barca, non mancano mai elementi paradisiaci, al limite della poesia: “Ci siamo svegliati con un’alba bellissima e ci siamo tuffati in mare“, “Abbiamo cenato grigliando il pesce appena pescato“, “Una settimana cullati dalle onde in baie deserte“.

Ma qualcuno vi ha mai svelato il “dietro le quinte”? Si narra di gruppi di amici per la pelle, sbarcati da una settimana di charter con la promessa di non rivedersi mai più, liti furenti a bordo sulla scelta del condimento della pasta o per i turni di gabella, fino a ospiti che non vedevano l’ora di rimettere piede a terra.

La vacanza in barca a vela non è tutta rosa e fiori, soprattutto se siete dei neofiti di questo tipo di crociera. Se per la prima volta vi cimentate in questa esperienza, dovete leggere i consigli di Marco Bruzzi, raccolti nel suo libro “33 motivi per non andare in barca a vela” (136 pagine, 15 euro), pubblicato da Edizioni Il Frangente.

Il titolo ovviamente è ironico, ma gli spunti che offre il volume sono veritieri e da tenere in seria considerazione. Partire per una vacanza con altre persone comporta già una serie di trattative e concessioni in un resort, figuriamoci in un ambiente ristretto e condiviso come una barca a vela, dove bisogna fare i conti con turni di veglia e sonno, odori, scelte condivise e lavori di bordo.

Se decidete di salpare, immaginate pure il tepore del sole, il mare cristallino, baie incantevoli e l’appagamento di quel bisogno di libertà tanto agognata durante il resto dell’anno. Ma tenete bene a mente i 33 i motivi per cui spesso il nostro immaginario si scontra con la dura realtà e ci troviamo ad affrontare alcuni aspetti pratici e organizzativi determinanti per conclamare il successo o il fallimento della nostra crociera: anzitutto la scelta dell’equipaggio, poi le aspettative che non dobbiamo deludere, il fattore mal di mare, le fatidiche manovre in porto etc.

Con ironia l’autore racconta tutto ciò che potrebbe andare storto, ma allo stesso tempo fornisce consigli e trucchetti elaborati in tanti anni di esperienza in barca, accompagnati dalle vignette comiche di Clod, Claudio Onesti, una delle penne storiche del fumetto italiano, che ha disegnato anche per Il Giornalino.

La copertina del libro

Una lettura accattivante e divertente ma anche istruttiva, altamente consigliata a chi vuole evitare brutte sorprese prima di imbarcarsi in avventure marinare. Un piacevole diversivo anche per esperti lupi di mare, che sicuramente si ritroveranno in molte situazioni. La lettura scorre veloce, con 33 capitoletti e altrettante vignette, una per motivo per cui “restare a terra”, che possono strapparvi un sorriso oppure far dire ai neofiti: “Già, non ci avevo pensato!“.

Il libro è disponibile anche in e-book.

L’AUTORE – MARCO BRUZZI

Marco Bruzzi è un navigatore, imprenditore e missionario laico. Nutre da sempre una forte passione per il mare, che ha trasmesso alla sua bella famiglia, alla moglie Monica e alle figlie Lucia, Chiara e Anita, parte integrante di un equipaggio sempre in giro per il mondo.

E’ nella sua natura dedicare attenzione, dedizione e coinvolgimento personale a tutto ciò che fa e forse proprio questa è la chiave del suo successo. Esperto velista, ha intrapreso nel 2012 la traversata dell’Oceano Atlantico, con la sua barca Bellerofonte, partendo da Marina di Ravenna e approdando a Miami, dove attualmente risiede.

Prima ancora che un imprenditore e un velista – spiega Marco Bruzzi – mi definisco un viaggiatore, con la mia barca, in compagnia della mia famiglia, curioso di conoscere il mondo, alla ricerca dell’umanità delle persone che lo abitano, per imparare ascoltando le loro voci”.

 

33 motivi per non andare in barca a vela

di Marco Bruzzi

Edizioni Il Frangente, Verona, 2020

Pagine: 136, illustrate in b/n

15,00 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione