Titolo italiano kitesurf: largo ai più piccoli

Dal 3 al 6 settembre si disputa sul Lago d'Idro il Campionato Italiano Assoluto Juniores di Kiteboarding, evento alla prima edizione organizzato dalla A.s.d. Maselli Kite School – MKS, una scuola di kitesurf che già da qualche anno ha deciso di investire sui giovani agonisti. In palio il titolo italiano kitesurf giovanile.

3 Settembre 2015 | di Redazione Liguria Nautica

Se il kitesurf come disciplina sportiva candidata addirittura alle Olimpiadi vuole guardare al futuro deve essere capace di voltarsi indietro, ai rider più giovani, che se bene allenati possono diventare degli atleti veri, magari i futuri detentori di titoli nazionali, continentali e mondiali. Oppure no, e va bene lo stesso perché alla fine uno sport si pratica da ragazzi in quanto forma il fisico e lo spirito e soprattutto perché diverte. Quello che viene in più è appunto un di più. Però il vivaio occorre coltivarlo.

La Maselli Kite School, un esempio da seguire
Lo hanno capito Roberto e Stefano Maselli della A.s.d. Maselli Kite School – MKS. Da qualche anno infatti la loro scuola di kite porta avanti un progetto di dedicato ai ragazzi più giovani, lo Junior Kite Team con un programma di allenamento articolato su due livelli: una squadra agonista per coloro che vogliono partecipare alle competizioni e una squadra amatoriale per l’avvicinamento a questa fantastica disciplina. Un’attività lodevole e impegnativa svolta a fianco della Cki (Classe Italiana Kiteboarding) e della Fiv (Federazione Italiana Vela).

Campionato Assoluto Juniores: in palio titoli Freestyle, Slalom e Long Distance
A distanza di qualche anno dall’inizio di quel progetto Roberto e Stefano cominciano a raccogliere i frutti del loro lavoro e hanno deciso di organizzare la prima competizione agonistica di kiteboarding dedicata proprio ai rider Juniores. Si tratta del Campionato Italiano Assoluto Junior di Kiteboarding in programma dal 3 al 6 settembre e aperto appunto a ragazzi dai 12 ai 17 anni che avranno la possibilità di confrontarsi con altri atleti coetanei e mettere in gioco il proprio talento per aggiudicarsi il prestigioso titolo italiano kitesurf. Nei quattro giorni di gare i giovani rider si sfideranno in tre diverse discipline: il Freestyle, la disciplina “madre” del Kiteboarding, espressione massima della tecnica e dello spettacolo; lo Slalom, una competizione dove si deve arrivare prima degli avversari alla fine di un percorso da una successione di boe, disposte sempre più sottovento; e infine il Long Distance, che prevede una vera regata come nella vela, in cui gli atleti gareggiano lungo un percorso prestabilito e contrassegnato da boe da aggirare con virate.

Lago D’Idro: spot ventoso e immerso nel verde
La location prescelta per l’evento è il comune di Bagolino sul Lago d’Idro e precisamente a Ponte Caffaro (Bs), uno dei più ventosi e incantevoli spot lacustri d’Italia situato nella parte Nord del Lago d’Idro. Lo spot è caratterizzato da un vento predominante termico sui 14-16 nodi che si sviluppa da Sud a Nord e dunque perfettamente on shore rispetto all’area kite.

Non solo gare: musica e party a terra
La manifestazione prenderà il via alle ore 12 di giovedì 3 settembre con lo skipper meeting tra giudici e atleti e proseguirà alle 13 con le competizioni in acqua; le gare si succederanno nei giorni seguenti fino a domenica 6 settembre, quando alle ore 16 saranno premiati i vincitori. Feste, musica e momenti di relax coinvolgeranno atleti e pubblico ogni sera.

Oltre all’assegnazione del titolo di Campione Italiano Juniores verranno selezionati i rider che rappresenteranno l’Italia alle Olimpiadi Giovanili di Buenos Aires (Argentina) del 2018. Allora lì forse questi giovani campioni diventeranno adulti…

David Ingiosi

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

Mercato nautica

La FederVela francese dice SI al kitesurf: parla il Presidente dell’Associazione Internazionale Kiteboarding

  • 12 Gennaio 2017

Il Ministero dello Sport francese ha assegnato la delegazione per il kiteboard alla Federazione Nazionale di Vela. Un cambio di direzione epocale nel Paese che al kitesurf ha dato i natali ma che per 18 anni ne aveva affidato la gestione alla Federazione Volo Libero e non era riconosciuto come disciplina velica. Il commento di Mirco Babini, Presidente dell'Associazione Internazionale Kiteboarding.

Surf, Kite e Windsurf

NeilPryde annuncia il primo kite one design da regata

Il famoso brand statunitense ha lanciato il Convertible Kite Racing (CR:X), primo modello al mondo di attrezzatura da kite one design dedicata agli appassionati della disciplina Race e in lizza per le future Olimpiadi.

Surf, Kite e Windsurf

Itinerari kitesurf: Cumbuco e le lagune brasiliane

  • Foto
  • 19 Dicembre 2016

Gli Alisei costanti che soffiano tra i 18 e 25 nodi per 10 mesi l'anno rendono questo villaggio di pescatori situato lungo la costa nord-orientale del Brasile un vero paradiso per gli appassionati di kitesurf.

Vela

Lewis Crathern: dal coma al salto record

  • Foto
  • 12 Dicembre 2016

Lo scorso 22 novembre il kiteboarder britannico ha segnato il nuovo record inglese di salto raggiungendo un’altezza di 22,30 metri. Un exploit formidabile per questo ragazzo di 31 anni che nove mesi ha rischiato di morire durante il Red Bull King of the Air, in Sud Africa.

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione