Vela e climatologia: Pedote rilascia una boa nell’oceano durante la Transat Jacques Vabre. A cosa serve?

Il velista Giancarlo Pedote ha rilasciato una boa di monitoraggio nell’oceano, nell’ambito del programma europeo E-Surfmar, che punta ad avere 150 boe meteo nell'Atlantico settentrionale e nell'Artico

22 Novembre 2021 | di Giuseppe Orrù

Il velista Giancarlo Pedote ha rilasciato una boa di monitoraggio nell’oceano  durante la Transat Jacques Vabre, per inviare in tempo reale informazioni utili ai climatologi e allo studio del meteo.

Nell’ambito del programma europeo E-Surfmar, che punta a mantenere 150 boe meteo permanentemente operative nell’Atlantico settentrionale e nell’Artico, Météo France ha infatti chiesto ai partecipanti alla famosa regata transatlantica di imbarcare alcune nuove boe di monitoraggio e rilasciarle in determinate zone durante la gara.

L’obiettivo principale del programma sostenuto da Météo France è migliorare la qualità delle previsioni meteorologiche grazie ad un aumento delle osservazioni dalla superficie marina, in modo da integrare i dati raccolti dai satelliti che non sono in grado, ad esempio, di fornire elementi sulla pressione atmosferica.

Lo skipper e navigatore oceanico Giancarlo Pedote, che ha il suo quartier generale a Lorient, in Bretagna, ha subito aderito all’iniziativa, consapevole dell’importanza di questo progetto, e nella giornata di giovedì 18 novembre, durante l’undicesimo giorno di regata, ha rilasciato la boa alle coordinate 11°20’087 N e 022°48’271 W.

LE BOE, STRUMENTI PER CONOSCERE

Si tratta di boe Surface Speed Program (SSP) del peso di 22 kg, che misurano ogni ora la pressione atmosferica, il suo andamento e la temperatura della superficie del mare, dati importanti non solo per la climatologia e le previsioni atmosferiche, ma anche per coloro che navigano a lunga distanza, per i quali le previsioni sono elementi di decisione importanti per la propria sicurezza.

Le SSP sono boe alla deriva, cioè non ancorate sul fondo ma che seguono la corrente. Sono dotate di un GPS che trasmette la loro posizione sia per contestualizzare i dati raccolti, sia per localizzarle. Cliccando qui è possibile visualizzare i dati raccolti dalla boa gettata dal velista italiano.

Sono contento – ha commentato Giancarlo Pedote – di poter contribuire a questo progetto di Météo France. La boa servirà a dare conoscenze non solo ai meteorologi per le previsioni, essenziali per navigare in sicurezza, ma anche ai climatologi, che studiano le dinamiche del clima in periodi di tempo più lunghi e sono così capaci di evidenziare i mutamenti climatici in atto. Si tratta di uno strumento  che ci offre la possibilità di conoscere sempre meglio il nostro pianeta e ciò che sta vivendo. E la conoscenza è la base di ogni azione responsabile“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione