Volvo Ocean Race, Dongfeng vince la scommessa e comanda verso le calme equatoriali

Dongfeng vince la scommessa sull'ovest e guida la seconda tappa della Volvo Ocean Race, ma occhio alle calme equatoriali

12 novembre 2017 | di Gregorio Ferrari
Dongfeng in navigazione durante la regata in port della Volvo Ocean Race a Lisbona
Dongfeng in navigazione durante la regata in port della Volvo Ocean Race a Lisbona

Nella seconda tappa della Volvo Ocean Race, da Lisbona a Città del Capo, Donfeng sta comandando sulla flotta, seguito da Mapfrè, dopo aver vinto la “prevedibile scommessa” di spingersi più a ovest di tutta la flotta, perdendo inizialmente alcune posizioni.

Volvo Ocean Race verso le calme equatoriali: ecco cosa sono

Mapfrè e Vestas inseguono appaiati ad alcune miglia di distanza dal team cinese, anche se è previsto un ricompattamento di tutta la flotta nelle calme equatoriali. Questa zona è, infatti, celebre per le sue bonacce  – in passato molto pericolose – ed è complicata da interpretare per la sua imprevedibilità. Inoltre ha un vicino altrettanto “ostile”, ovvero le latitudini dei cavalli, anch’esse caratterizzate da venti  particolarmente deboli.

Questo potrebbe condurre ad una navigazione molto frustrante, che nelle edizioni passate ha generato una sorta di seconda partenza, riavvicinando gli ultimi ai primi, rallentati dalla mancanza di aria. Quest’anno, però, il passaggio dovrebbe essere relativamente veloce con poche probabilità per gli ultimi di recuperare in modo sostanziale. Resta comunque fondamentale valutare il giusto approccio tattico a queste latitudini per non rimanere impantanati nella bonaccia.

All’ultimo aggiornamento delle 22 e 30 di sabato 11 novembre, tutta la flotta stava guadagnando sulla prima posizione, confermando dunque che questa delicata fase della tappa non è da sottovalutare, soprattutto per chi conduce, Dongfeng.

 Stealth Mode: come nascondersi dal mondo durante la Volvo Ocean Race

Sia Dongfeng che Turn The Tide On Plastic  hanno utilizzato la Stealth Mode con cui un team può scegliere di diventare invisibile ai propri rivali per 3 report consecutivi. Dongfeng ha guadagnato qualcosina, mentre TTOP ha addirittura perso sugli altri team. “Non ha avuto un buon effetto -ha ammesso la skipper Dee Caffari- perché non abbiamo guadagnato nulla,  anzi abbiamo perso altre miglia. E’ frustrante ma speriamo che i venti calino per riunirci con il gruppo di testa”.

Leg 2 – Report Posizioni – Sabato 11 novembre – 22:30 UTC

1. Dongfeng Race Team –distanza dalla fine della seconda tappa– 3989 miglia nautiche
2. MAPFRE +5.3
3. Vestas 11th Hour Racing +5.5
4. team AkzoNobel +15.8
5. Team Brunel +16.8
6. Sun Hung Kai/Scallywag +45.1
7. Turn the Tide on Plastic +74.7

Argomenti:

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione