Emergenza petrolio a Genova: la marea nera arriva a Pegli

L'allarme greggio non sembra cessare, la corrente sta spingendo il petrolio verso Ponente

22 Aprile 2016 | di Redazione Liguria Nautica

L’emergenza petrolio in mare non si arresta. La chiazza oleosa, dopo aver superato le barriere poste alla foce del Polcevera, vaga in mare sospinta dalla corrente. A Pegli sono già visibili le tracce della marea nera che in queste ore si sta spostando verso la zona di Ponente, in direzione Varazze. L’incidente occorso alla Iplom sta pesantemente inquinando il nostro mare, inoltre, visto il periodo, potrebbero esserci pesanti ripercussioni sulla stagione turistica: l’emergenza petrolio preoccupa sempre più.

Emergenza petrolio: tra droni e allarme meteo, ecco gli ultimi aggiornamenti

La Regione spera di ottenere una maggiore collaborazione da parte della Iplom, per arginare rapidamente l’esondazione di greggio si sta anche pesando di richiedere l’intervento della protezione civile nazionale. Attualmente sono stati aspirati circa 1800 metri cubi di acqua e materiale oleoso, i lavori procedono bene ma a preoccupare è il meteo.

Per la giornata di sabato sono previste piogge su tutto il Nord Italia, domenica la situazione dovrebbe migliorare, ma è possibile che si verifichino nuove perturbazioni su Genova. Secondo le previsioni di Arpal, il rischio di forti precipitazioni è concreto: l’ipotesi che le barriere di protezione si spostino, lasciando così al greggio una facile via di fuga, preoccupa molto.

Nel frattempo per controllare meglio l’emergenza petrolio, l’assessore comunale alla Protezione Civile Gianni Crivello sta pensando all’utilizzo di un drone per monitorare meglio la zona del Polcevera.

Allarme ambiente, ma anche rischi per la salute dei residenti: in questi giorni decine di persone che abitano in prossimità del rio Fegino hanno accusato malesseri, soprattutto nausea, mal di testa e bruciori alla gola e agli occhi, a seguito delle esalazioni di petrolio. I rappresentanti del Comitato Fegino-Borzoli, per chiarire meglio la situazione, hanno incontrato Sonia Viale, vicepresidente e assessore alla sanità della Regione Liguria e l’assessore regionale alla protezione civile, Giacomo Giampedrone. L’emergenza petrolio a Genova prosegue, seguiranno nuovi aggiornamenti.

Le foto sono di proprietà di Liguria Nautica, riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Paolo Bellosta

Argomenti: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione