Il Miglio Blu a Chiavari: grande successo a poche settimane dall’inaugurazione

Il Miglio Blu a Chiavari, realizzato con la sponsorizzazione di Italsub, si snoda parallelo alla spiaggia, al di fuori delle dighe di protezione, in “Zona Preli”, nel tratto di litorale che va dalla spiaggia libera “Cantiere”, raggiungibile da P.zza Gagliardo, alla zona “Scogliera di Ponente”

12 Luglio 2016 | di Redazione Liguria Nautica

Grande successo a Chiavari per il percorso marino del “Miglio Blu”, a soli venti giorni dall’apertura è in crescita costante il numero di appassionati, agonisti e bagnanti che percorrono a bracciate il suggestivo tratto lungo la costa fra Chiavari e Zoagli.

Il Miglio Blu a Chiavari, realizzato con la sponsorizzazione di Italsub, si snoda parallelo alla spiaggia, al di fuori delle dighe di protezione, in “Zona Preli”, nel tratto di litorale che va dalla spiaggia libera “Cantiere”, raggiungibile da P.zza Gagliardo, alla zona “Scogliera di Ponente”, verso Zoagli, per una lunghezza totale di m 926 (pari a ½ miglio marino).

Per percorrere il “Miglio Blu” occorre raggiungere a nuoto la prima boa posta a circa 130 m al largo della spiaggia libera “Cantiere”, transitare per due volte lungo la corsia stessa – contrassegnata da n. 21 boe gialle indipendenti, 5 grandi e 16 piccole, posizionate ognuna ad una distanza di circa 46 metri una dall’altra ed indicanti le distanze percorse sia in metri lineari sia in feet -, e rientrare quindi alla boa di partenza per completare il Miglio Marino (1852 m).

Ecco le dichiarazioni del Vicensindaco ed Assessore allo Sport Sandro Garibaldi nonché dell’Assessore all’Ambiente Avv. Nicola Orecchia: “Da quest’estate il Comune di Chiavari ha dotato il suo litorale di un nuovo servizio dedicato agli amanti del nuoto in mare aperto, il Miglio Blu. Si tratta di una corsia contrassegnata da boe indicanti le distanze percorse che consentirà a tutti di nuotare in perfetta sicurezza rispetto alle imbarcazione a motore e di esplorare il nostro mare anche al di fuori delle dighe di protezione, per raggiungere la bellissima scogliera nei pressi del Gruppo del Sale. Obiettivo principale del miglio blu è la valorizzazione dell’ambiente marino e costiero di Chiavari e la promozione dello sport attraverso il nuoto in uno dei tratti più belli della costa ligure. Dobbiamo ringraziare gli uffici comunali del demanio che si sono adoperati per la realizzazione di questo nuovo servizio, nonché lo sponsor, Italsub, che ha provveduto gratuitamente all’installazione delle boe che delimitano il Miglio Blu. Ringraziamo per la collaborazione anche la Chiavari Nuoto che ha aderito da subito con entusiasmo all’organizzazione della giornata inaugurazione e che potrà fruire per tutta la stagione estiva di tale corsia marina per tutti i suoi atleti. Abbiamo deciso di dedicare il Miglio Blu di Chiavari a Marino Ianni, nuotatore master, che si è contraddistinto nella Chiavari Nuoto per essere stato un pluricampione sia in vasca che in mare”.

Il percorso è stato pensato per tutti, basta saper nuotare. I nuotatori agonistici o i più allenati potranno fare il “Miglio” tutto d’un fiato, anche più volte e controllare i loro tempi, mentre chi non è allenato deciderà se farne soltanto dei tratti.

Di seguito un semplice decalogo per il buon utilizzo del “Miglio”, per tutelare la sicurezza e il benessere dei nuotatori.

1. Entrare in acqua solo quando le condizioni meteo marine lo consentono.

2. Prestare attenzione in prossimità delle imboccature delle dighe parallele alla costa.

3. Cimentarsi nel percorso in compagnia.

4. Affrontare il percorso solo se si è capaci di nuotare perché l’acqua è profonda

5. Immergersi sempre bagnando gradualmente il corpo e a distanza di almeno due ore dal pasto.

6. Entrare in acqua solo se si è in perfette condizioni fisiche

7. Seguire il percorso tracciato dalle boe e in caso di incrocio con un altro nuotatore tenere la destra.

8. Soccorrere prontamente altri bagnanti in difficoltà.

9. Rispettare il mare e mantenerlo pulito: Segnalare alle istituzioni competenti qualsiasi anomalia della qualità dell’acqua notata durante il percorso.

10. Mantenere un comportamento corretto, rispettoso degli altri nuotatori e delle comuni norme d’igiene e di buona educazione.

Gianni Risso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione