In Norvegia il primo ristorante subacqueo d’Europa: a tavola a 5,5 metri sotto il Mare del Nord

Il ristorante “Under” si trova in Norvegia e arriva ad una profondità di 5 metri e mezzo, permettendo ai commensali di ammirare la vita sotto il Mare del Nord. Ecco come è stato realizzato e come prenotare

21 marzo 2019 | di Giuseppe Orrù
La sala da pranzo del ristorante Under
La sala da pranzo del ristorante Under

L’Europa ha il suo primo ristorante subacqueo. Si trova in Norvegia, a 5 metri e mezzo di profondità sotto il Mare del Nord, nel villaggio di Båly, per una cena a base di pesce, non solo nel piatto.

Il suo nome è “Under” e sono già aperte le prenotazioni. Visto da fuori, esteticamente, non è bellissimo. Di profilo sembra una grossa trave in cemento semi-sommersa, finita sugli scogli. Di fronte, invece, l’estetica migliora e il visitatore potrà notare una certa somiglianza con il design di una sauna. Il legno ricopre la facciata del locale, a cui si accede tramite una passerella che collega la scogliera al terrazzino.

Ma il vero ristorante Under è sotto l’acqua, parzialmente sommerso sulla costa della Norvegia meridionale. Il locale è strutturato su tre livelli. Dopo aver varcato la soglia d’ingresso (ovviamente sopra il livello del mare), si scende nel bar, appena sotto il livello dell’acqua.

La sala ristorante, invece, è interamente sott’acqua, a 5 metri e mezzo di profondità e dispone di una vetrata larga 10 metri e alta oltre 3 metri, che offre uno schermo di dimensioni cinematografiche sulla vita sottomarina mentre si stanno consumando le pietanze preparate dai cuochi, guidati dal capo chef Nicolai Ellitsgaard.

Ovviamente la specialità della casa sono piatti a base di pesce freschissimo. Il ristorante, appena aperto, ha già raccolto più di 7 mila prenotazioni. Dal sito del locale è possibile prenotare un tavolo con vista sui fondali del Mare del Nord ma l’impresa non sarà delle più facili e al massimo verrete messi in lista d’attesa.

La parte finale della struttura è stata tenuta in cemento grezzo, per invitare i molluschi ad ancorarsi e, col tempo, a creare una barriera biologica capace di purificare l’acqua circostante. A fianco del ristorante, infatti, si trova anche una stazione di ricerca di biologia marina.

La struttura, lunga oltre 30 metri, ha la forma di una sorta di periscopio, avvolta in uno spesso strato di cemento per tutta la sua lunghezza. Il cemento nella parte più bassa, quella sommersa, è spesso mezzo metro e circonda la vetrata panoramica della sala da pranzo. Questo grosso complesso di cemento è stato realizzato fuori dall’acqua e, una volta terminato, è stato rimorchiato sul punto in cui si trova il ristorante, per poi venire letteralmente “affondato”.

 

Giuseppe Orrù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione