Mare a Rio de Janeiro: il Piscinão ovvero la vergogna del Brasile

Si tratta di un bacino artificiale pensato per portare il mare nelle favelas

8 Febbraio 2017 | di Redazione Liguria Nautica

Questo termine dal suono brasileiro non ha davvero nulla di ciò che comunemente associamo al Paese del Cristo Redentore, alla Terra del futbol giocato a piedi nudi sulla sabbia di Copacabana. Lo sappiamo bene e affermare il contrario avrebbe il sapore della bestemmia.

Il mare a Rio de Janeiro è ben’altra cosa e sarà meglio non confondere i due concetti. Diciamo che il Piscinão è un surrogato delle vere spiagge brasiliane, un surrogato venuto piuttosto male e realizzato in maniera mediocre. Il mare a Rio de Janeiro fa rima con Ipanema, con la Costa dos Coqueiros o ancora con Porto de Galhinas, non certo con Piscinão. Ma scopriamo qualcosa in più su questo scempio.

Il mare a Rio de Janeiro è anche questo: un tuffo nelle favelas

Si tratta di un bacino artificiale realizzato nel 2001, vicino al quartiere di Maré, nella parte settentrionale di Rio. La città carioca sembrava la location migliore per questa enorme piscina salata di oltre 26mila km quadrati che adesso più che una piscina sembra una fogna a cielo aperto.

Oggi l’aspetto ricorda quello di una enorme pozzanghera, un immenso specchio di acqua lercia. Nonostante questo è meta di turisti e curiosi che vogliono scoprire questa alternativa al mare di Rio de Janeiro, alla ricerca della tanto decantata atmosfera carioca ma in realtà di fronte hanno una fogna.

Se l’inquinamento dell’acqua è preoccupante anche sulle spiagge vere e proprie, il Piscinão sta raggiungendo livelli sempre più critici. La pulizia avviene solo ogni due anni e dura circa trenta giorni, dopo pochi mesi ecco i primi segni di sporcizia che diventano sempre più evidenti col passare dei mesi. Rifiuti ed escrementi galleggiano beatamente, alla faccia della tanto decantata atmosfera carioca, e anche i servizi della struttura sono praticamente inesistenti.

Un consiglio spassionato? Il mare a Rio de Janeiro è un’altra cosa e se volete visitare il Brasile evitate pure di includere il Piscinão tra le tappe del vostro tour.

Foto: Globesporte

Paolo Bellosta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione