Pesca abusiva di corallo rosso: in Sardegna scattano i sequestri

Sono stati posti sotto sequestro oltre quattro chilogrammi di oro rosso. I metodi rudimentali di pesca potrebbero aver rovinato il fondale marino

14 Giugno 2016 | di Redazione Liguria Nautica

I finanzieri della Sezione Operativa Navale di Alghero, coadiuvati dalla Brigata di Bosa Marina, hanno fatto scattare la denuncia di pesca abusiva di corallo rosso e hanno sequestrato oltre quattro chilogrammi di questo prezioso oro del mare. Due persone sbarcate da imbarcazioni adibite a pesca professionale sono state segnalate dalle Fiamme Gialle come soggetti sospetti, i successivi controlli hanno dimostrato che questi due individui praticavano pesca abusiva di corallo rosso da diverso tempo.

Il prezioso bottino veniva nascosto in un primo momento all’interno delle unità, poi, veniva portato presso le rispettive abitazioni. Oltre alla violazione dell’articolo 7 del D.Lgs. 4/2012, norma che vieta in maniera chiara la detenzione, lo sbarco, il trasporto e la commercializzazione di corallo rosso senza chiaro permesso, i due potrebbero essere incriminati anche per danni all’ambiente. Infatti, i rudimentali metodi di pesca utilizzati per portare a termine l’operazione, potrebbero aver deturpato in maniera evidente il fondale marino. Nei prossimi giorni verranno effettuate nuove indagini per chiarire meglio la situazione.

Il materiale opportunamente lavorato e successivamente venduto sul mercato, avrebbe potuto fornire cifre altissime, superiori anche ai trenta mila euro.

Pesca abusiva di corallo rosso: l’oro del nostro mare

I fatti occorsi ad Alghero, ci danno opportunità per parlare di questo prezioso materiale. Esso viene pescato da sempre, oltre che per il suo valore economico, al corallo rosso è sempre stato attribuito un valore apotropaico: un abituale regalo beneaugurante per i neonati o per novelli sposi. Man mano questa tradizione è venuta meno, il suo valore no.

Oggi il corallo rosso viene pescato e commercializzato per la creazione di gioielli ed opere ad arte, il più delle volte viene montato su oro e argento per ottenere bracciali e collane. La pesca viene concessa solo a subacquei provvisti di regolare licenza, certificato che viene rinnovato annualmente dalle varie istituzioni.

Le politiche di protezione della flora e della fauna marina limitano queste attività che sono praticate principalmente in Italia, in Spagna, in Francia, in Grecia e in Croazia, e, fuori dall’Europa, in Tunisia e Algeria. Il corallo di Alghero resta uno dei più pregiati di tutto il Mediterraneo.

Paolo Bellosta

Argomenti: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione